Sempre di più l’economia legata al mare si sta trasformando in un vero e proprio volano per il Ponente ligure. Dagli investimenti sui porti (ultimo quello di Monaco per la conclusione di Cala del Forte a Ventimiglia), ai cantieri navali d’eccellenza, dalle offerte turistiche fino all’immobiliare.

Su iniziativa della Confindustria Imperia, martedì scorso nel magnifico contesto del Forte dell’Annunziata a Ventimiglia l’imprenditore olandase Robert Thielen ha presentato il suo maxi progetto per rifare completamente il waterfront alle spalle del nuovo porto di Ventimiglia. Un investimento iniziale di 100 milioni per un hotel di lusso, una zona residenziale e diverse attività tra ristoranti e bar, una spa sul mare con scopi clinici e molto altro.

Ne abbiamo parlato con Barbara Amerio dell’Amer Yachts – Gruppo Permare, azienda sanremese leader nel settore della cantieristica nautica.

“Ben vengano gli investitori stranieri che guardano al nostro territorio come un terreno su cui puntare e investire. Mare, città costiere ed entroterra sono naturalmente collegate perché ci sono pochi chilometri di distanza. Esistono importanti possibilità di sviluppo e di avvicinamento alla Costa Azzurra,” commenta.

Investimenti e un’economia che nel prossimo futuro avranno risvolti occupazionali importanti.

“Stiamo cercando di creare un network tra cantieristica e portualità. In Liguria c’è la maggior concentrazione di posti barca per il diporto. Nel Ponente stiamo vedendo tanti investimenti nel settore. Puntiamo su questo per creare posti di lavoro collegati all’economia del mare,” conclude Barbara Amerio, anche presidente del settore ‘Nautica da Diporto’ di Confindustria Imperia.