sinfonica al palafiori

Nella sua ultima seduta, il Consiglio Comunale di Sanremo ha approvato all’unanimità l’affidamento della gestione del Palafiori di Corso Garibaldi alla Fondazione Orchestra Sinfonica per un periodo di vent’anni. Nel corso dei primi dodici anni, la Fondazione si è impegnata a rifondere 1 milione e 400mila euro che il Comune ha anticipato per pendenze fiscali in forma di contributi Irpef non versati, con un piano di restituzione del prestito pari a circa 120mila euro annui.

“Si tratta di un affidamento sancito da un contratto di comodato – spiega Livio Emanueli presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica – che firmeremo nei prossimi giorni. Questo resta un momento di svolta per la nostra Orchestra grazie ad un concreto aiuto dal punto di vista economico e finanziario ma anche perché avremo una nuova sede e soprattutto una sala prove che i nostri professori aspettano da decenni”.

“È stato un affidamento delicato e complesso – dice – che il nostro Cda ha concretizzato grazie ad un interlocutore straordinario quale è stato il Comune di Sanremo che ha finalmente trovato in house un gestore per questa struttura così importante. Certo, nei primi anni Palazzo Bellevue soffrirà un mancato incasso ma una volta che saremo a regime l’accordo prevede che la Fondazione riconosca delle royalties al Comune sui canoni che percepiremo affittando alcuni spazi del Palafiori”.

“Abbiamo un sacco di idee su come far fruttare al meglio questa opportunità – termina Livio Emanueli – una volta che saremo sul mercato non ci mancheranno di certo le proposte e le offerte. Pensiamo di rifare il bando per l’affidamento degli spazi durante il Festival e intanto stiamo già lavorando per un progetto di Masterclass di musica classica di un’orchestra giovanile e presto andremo ad analizzare le possibilità legate a convegni, congressi, eventi fieristici. Ma l’obiettivo a medio-lungo termine è la creazione di un polo della musica e dello spettacolo che coinvolga tutte le realtà locali in un’attività sinergica per concretizzare la fama di Sanremo capitale italiana della musica”.

Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco di Sanremo.

“Sulla destinazione d’uso del Palafiori – dice Alberto Biancheri – sono state fatte scelte importanti, come quella recentissima di affidarne la gestione alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo che partirà già da una buona base con gli eventi legati al Festival, fiere, esposizioni ed Area Sanremo ma che in futuro dovrà pensare a creare una Accademia della Musica. Intanto qui troverà posto la sede della nostra Sinfonica, gli uffici, il deposito e una sala prove, una scelta che è stata approvata all’unanimità l’altra sera in Consiglio Comunale”.