Il mandolino di Carlo Aonzo fa vibrare i cuori di Diano

 

La sua esibizione sul palco di Diano Marina, durante lo spettacolo “Omaggio a Napoli”, ha colpito tutti: Carlo Aonzo, mandolinista italiano di fama internazionale e docente presso la Classical Mandolin Society of America di Philadelphia, ha catturato l’attenzione del pubblico di Villa Scarsella con brani della tradizione musicale partenopea ed evergreen mandolinistici.

“Il suono tremolato è sicuramente la cosa che caratterizza il mandolino – ha spiegato ai nostri microfoni – che ha a quanto pare ha un’onda sinusoidale adatta ad arrivare dritta al cuore, per cui muove i sentimenti molto facilmente”.

Tra i suoi riconoscimenti si annoverano il Primo Premio assoluto e premio speciale “Vivaldi” al Concorso Internazionale “Pitzianti” di Venezia nel 1993 e il Primo Premio al Walnut Valley National Mandolin Contest a Winfield, Kansas nel 1997.

Il profondo interesse in attività di promozione e sensibilizzazione focalizzato sul proprio strumento è testimoniato dalle sue innumerevoli collaborazioni con le organizzazioni mandolinistiche di tutto il mondo: New York, Seattle, Portland, Providence, Pittsburgh, Baltimora, Montreal, Filadelfia, Denver, Milwaukee, Atlanta, Milano, Genova, Kochi, Nagoya, Osaka, Sendai, Wuppertal, Berlino, Londra, San Pietroburgo, Lugano.

I suoi progetti discografici riflettono il suo interesse e talento per i differenti aspetti del repertorio mandolinistico: dalle composizioni originali per mandolino, ai virtuosi italiani degli strumenti a corda tra 8 e ‘900. Gli attuali progetti musicali si concentrano sulla sperimentazione e ricerca delle ulteriori potenzialità espressive del mandolino.