Il liceo Cassini ricorda le donne del campo di Ravensbrück

Con un doppio appuntamento sul tema “Le Donne del Campo di Ravensbrück“, il Club per l’UNESCO di Sanremo celebra la Giornata della Memoria 2020. L’iniziativa, rivolta agli studenti e alla cittadinanza, si inserisce nell’ambito della rassegna ‘Per non dimenticare’.

Il primo incontro si è svolto questa mattina al liceo Cassini di Sanremo, dove gli studenti hanno ascoltato gli interventi del prof. Gustavo Ottolenghi, medico e membro dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, di Paolo Veziano, studioso della presenza ebraica nel Ponente Ligure e della Dottoressa Ida Bazzan, medico ospedaliero di Sanremo. La seconda conferenza, aperta alla cittadinanza, è in corso di svolgimento presso il Museo Civico di Palazzo Nota.

“Si deve continuare a battere sul chiodo finché il ferro è caldo, perché nel momento in cui non si parlerà più di questi orrori perderemo la memoria storica della violenza – commenta il presidente del Club per l’Unesco di Sanremo Ciro Esse, presente quest’oggi alla conferenza. “I giovani devono conoscere il passato per evitare quelli che possono essere gli errori del futuro”.

Nei giorni scorsi inoltre, in occasione delle celebrazioni della “Giornata della Memoria”, gli studenti del Cassini hanno ascoltato in diretta streaming la testimonianza della senatrice Liliana Segre. “Il messaggio è eccezionale – dichiara Esse. – È una donna stupenda, ho avuto l’occasione di scriverle diverse volte. Ha dato un bel messaggio ai ragazzi, che sarà trasmesso anche oggi pomeriggio”.

L’ultimo evento della rassegna ‘Per non dimenticare’ si svolgerà venerdì 31 gennaio alle ore 16 nel Museo Civico di Palazzo Nota a Sanremo, dove Alberto Guglielmi Manzoni terrà un incontro sul tema ‘Aristocratici e religiosi tedeschi contro Hitler’.