video
02:41

Balzo dei consumi di gelato con l’arrivo del grande caldo nel primo vero anticipo di estate del 2022 nonostante un aumento dei prezzi che sfiora il 10% a livello nazionale. È quanto afferma la Coldiretti sulla base degli ultimi dati Istat su uno dei prodotti più gettonati della stagione estiva che però sconta l’impennata dei costi per l’energia e le materie prime usate nelle preparazioni, dallo zucchero (+6%) al latte (+7%) fino alle uova (+9%) anche a causa delle tensioni internazionali legate alla guerra in Ucraina

Rincari che si fanno sentire anche nel ponente ligure, dove il prezzo dei gelati aumenta ben al di sopra del 10%. Per capirne di più ci siamo recati in una delle gelaterie più frequentate di Riva Ligure.

“Purtroppo abbiamo dovuto fare un aumento del prezzo abbastanza consistente rispetto agli anni scorsi – spiega il titolare Simone Oliva. – Questo perché ad esempio, per noi, il costo del pistacchio è aumentato del 25%. Senza contare poi il costo dell’energia e di tutte le altre materie prime. Il cono gelato da un prezzo di 2,00 euro, che abbiamo tenuto negli ultimi dieci anni circa, è salito a 2,50 euro. Ed è stato ancora poco rispetto all’aumento dei prezzi a cui dobbiamo far fronte.

Il lato positivo è che con queste belle giornate, e con il fatto che anche quest’estate tanti sceglieranno l’Italia come meta delle proprie vacanze, si spera che in molti vengano a farci visita e a mangiare un buon gelato”.