Riviera Time ha fatto visita all’atelier del pittore Cesare Fenech a Bordighera, il quale ha raccontato ai nostri microfoni alcuni aspetti della sua vita e del suo lavoro.

Cesare è un pittore autodidatta la cui dolcezza dei soggetti riportano la sua città natale indietro di cent’anni, ancora immersa tra campagne e giardini; un tratto certosino del pennello che restituisce all’occhio un gioco di chiaroscuri verosimile e tridimensionale: un vedutismo realista indubbiamente idillico, tuttavia intriso di un surrealismo sussurrato nel tronco di un albero o un’increspatura rocciosa.

Nell’intervista di Sara Alessandri, Cesare ha anche descritto ulteriori dettagli sul suo processo creativo e la forte passione espressa in contemplativa solitudine.