video
03:00

Walter Vacchino, patron dell’Ariston e delle sale cinematografiche di Sanremo, in vista della ripresa della programmazione di eventi e spettacoli musicali e teatrali live, ha voluto ricordare Amedeo Grisi, cantautore sanremese che si è recentemente spento dopo aver lottato contro un’implacabile malattia degenerativa.

“Ci tengo a ricordare Amedeo – dice commosso – una persona che ha avuto la sfortuna di incontrare una malattia che l’ha segnato. La sua scomparsa rappresenta la fine di un percorso faticoso, doloroso che è iniziato se non sbaglio nel 2015, nel corso del quale lui ha dimostrato tutte le sue caratteristiche positive, la volontà, la voglia di vivere, di combattere”.

“Quando una persona si trova a dover affrontare questo genere di situazione – prosegue – riesce a tirar fuori il suo lato più forte e i suoi valori. Ecco, voglio ricordarlo con questa sua carica di vitalità, voglia di vivere e di suonare, voglia di futuro nonostante tutte le difficoltà che ha avuto”.

“Lo ricordo sfrecciare sulla carrozzella con la sua compagna in via Matteotti come fosse una sfida alla vita, il suo volersi adoperare ancora per la musica, per portare gli amici con lui ed emozionarsi”.

Walter Vacchino termina dicendo: “Per lui una preghiera e un abbraccio affettuoso a tutte le persone che gli sono state vicine, da parte mia, di mia sorella Carla e di tutti noi dell’Ariston, e che lui possa continuare a suonare non da questo livello ma da uno ben superiore”.

Il funerale di Amedeo Grisi si svolgerà domani, venerdì 18 febbraio, alle ore 14,30 presso la chiesa della Mercede nel quartiere di San Martino a Sanremo.

Le condoglianze di Riviera Time a parenti e amici di Amedeo Grisi.