Inaugurato nei primi del 900, grazie al Regio decreto del ’27 per la legalizzazione del gioco d’azzardo, il Casinò di Sanremo ha rappresentato un pezzo fondamentale della storia della città. Nel corso degli anni, tra i tavoli verdi della Casa da gioco sanremese sono passati personaggi di spicco, personalità dello spettacolo e i reali di mezza Europa.

    Il Casinò ha portato per un lungo periodo grande ricchezza che ha permesso lo sviluppo dell’intero territorio. Anni d’oro che sono ormai lontani. Basti pensare che le entrate dei Casinò di tutta Italia non sono lontanamente paragonabili a quelle di soli dieci anni fa.

    Si è parlato di questi temi ieri sera durante un incontro dal titolo “Il Casinò ieri, oggi e domani. Libere opinioni a confronto”, organizzato dall’associazione Civiltà e Progresso.

    Donato Di Ponziano, presidente dell’associazione spiega: “È un argomento che incide sul territorio in maniera importante ed è fondamentale discutere e confrontarci per capire le cause delle problematiche e per proporre delle soluzioni garantendo un futuro alla casa da gioco.”

    Presenti all’incontro anche i dipendenti del Casinò di Sanremo, oltre ai sindacati. Ad intervenire durante il dibattito anche il consigliere del Casinò di Sanremo, neo presidente nazionale di Federgioco, Olmo Romeo e il sindaco Alberto Biancheri.