Sarà inaugurata sabato 6 luglio alle ore 18 presso la suggestiva Sala del Quartiere dei soldati al Forte di Santa Tecla la mostra “Luce e colori di Sanremo”, opera pittorica di Giuseppe “Pipin” Ferrari.

L’evento è stato organizzato per celebrare l’artista sanremese di cui quest’anno ricorrono i 120 anni dalla nascita.

Pittore, studioso, storico e “cantore” della sua Sanremo, Ferrari è considerato uno dei suoi simboli e portavoce attraverso le sue opere di preziose testimonianze sulla città dei fiori.

Questa mostra a lui dedicata vuole omaggiare il contributo che l’artista ha offerto attraverso la pittura alla storia e all’essenza sanremasca. Nei suoi dipinti Ferrari esprime attraverso luce e colori l’unicitĂ  di Sanremo, colta in luoghi, angoli, vie e architetture che hanno disegnato il profilo della cittĂ  del Novecento e che hanno segnato indelebilmente la memoria ma anche la Sanremo di oggi.

La mostra si compone di numerose opere pittoriche, alcune delle quali acquerelli che fanno emergere la storia della città anche attraverso la vita sociale e quotidiana, tradizioni e piacevoli e nostalgici ricordi. I soggetti che Ferrari predilige sono gli scorci della Sanremo vecchia, i caruggi, i ponti ormai scomparsi, angoli sconosciuti o caratteristici rappresentati in grandi e piccoli oli o ad acquarello. I colori vanno da tonalità più scure e ombrose che ben descrivono gli angoli della “Pigna” (il centro storico e antico di Sanremo) dove il sole, a volte, sembra nascondersi, a tonalità luminose, vive, ma anche pastello. Talvolta i colori, soprattutto nei cieli, diventano irreali ed è la luce che modella l’insieme per renderlo un paesaggio quasi fantastico.

La pittura di Giuseppe Ferrari, nella sua varietĂ  e ricchezza di ispirazioni, risente comunque dell’influenza di colui che Pipin ha sempre considerato il suo principale maestro, ovvero Ambrogio Antonio Alciati.

La retrospettiva è curata da Anna Maria Ferrari – gallerista, critica d’arte e artista, nonché figlia di Giuseppe Pipin Ferrari e custode, insieme alla sorella Bianca Maria, dell’archivio e della Casa d’Artista in cui visse Ferrari.

La mostra sarĂ  arricchita da alcuni eventi collaterali: venerdì 19 luglio e domenica 28 luglio alle ore 16.00 sono previste visite guidate alla scoperta di “Sanremo e la Belle Epoque”. Immagini e voce del suo cantore: Pipin Ferrari” a cura di Marco Macchi ed Elio Marchese. Ritrovo davanti al Teatro Ariston. Info e prenotazioni al n. 327 0824866

Venerdì 19 luglio alle ore 18:00 presso il Forte di Santa Tecla “Buon Compleanno Pipin” con testimonianze e letture dedicate al Maestro. Presso la Sala Quartiere dei Cannonieri, ingresso gratuito.

Infine per tutto il periodo della mostra (fino al 4 agosto) tutti i martedì e giovedì alle ore 17 e 19 è possibile visitare la Casa dell’Artista. Massimo due persone alla volta. Info e prenotazioni al n. 348 3578951.