“I sanremesi dimostrano senso civico ma nel weekend aumentano i controlli” dice il Comandante della Polizia locale

Incontriamo il Comandante del corpo di Polizia Locale di Sanremo, Claudio Frattarola, al quale abbiamo subito chiesto qual è la situazione contagi da Covid tra gli agenti dopo che nei giorni scorsi era stato rilevato un focolaio in grado di contagiare una dozzina di appartenenti al corpo.

“Abbiamo avuto questi casi all’inizio della nuova ondata – dice – poi non ci sono stati altri problemi e oltre la metà dei nostri positivi sono rientrati regolarmente al lavoro”.

“Essere entrati in zona ‘arancione’ comporta per noi un impegno maggiore – conferma il Comandante – perché se prima ci limitavamo a controllare il rispetto dei protocolli susseguenti ai Dpcm, oggi dobbiamo anche controllare che chi si muove sul territorio, sia a piedi che in auto, sia autorizzato dal nuovo Dpcm. Sappiamo che è consentito muoversi solo in ambito del proprio comune eccezion fatta per casi di necessità, lavoro, salute o per avere servizi che non sono presenti nel proprio comune, e noi verifichiamo che chi si muove stia rispettando le regole. Per un controllo più capillare ovviamente non siamo soli sul territorio, ci sono anche le altre forze dell’ordine e tutti abbiamo gli stessi poteri ma i nostri sono limitati all’ambito comunale”.

Oggi, come ieri, c’è meno traffico del solito ma auto e moto in giro non sono poche. E tra queste si notano anche auto con targa francese. Come mai?

“Specifichiamo subito che le auto con targa francese non possono entrare nel nostro territorio regionale compreso Sanremo come ben specificato dal Dpcm – chiarisce Frattarola – a meno che non ci sia una chiara e comprovata necessità. Le nostre pattuglie hanno fermato auto con targa straniera, in particolare francese, ed hanno verificato che erano in regola e munite di autocertificazione valida”.

I cittadini sanremesi come si stanno comportando in queste prime ore di parziale lockdown?

“Direi in maniera molto responsabile fatta salva qualche rara eccezione. Noi cerchiamo di essere presenti anche per indirizzare nella giusta direzione alcuni comportamenti. E’ sempre utile appellarsi al senso civico della gente, bisogna tenere sempre la mascherina, evitiamo ogni situazione a rischio e facciamo questo sacrificio per uscire al più presto da questa situazione”.

“Pensiamo ad una stretta nei controlli nel corso di questo primo weekend in arancione – conclude Claudio Frattarola – anche se ogni giorno della settimana è tenuto sotto controllo. Le multe per i trasgressori partono da 400 euro sino a mille euro, con maggiorazioni se si trasgredisce in auto e una detrazione se si paga entro cinque giorni”.