video

In occasione del trentennale della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, firmata il 20 novembre 1989, il Centro di Solidarietà ‘L’Ancora’ ha organizzato a Taggia un evento rivolto ai più giovani.

L’iniziativa patrocinata dal Comune ha visto la partecipazione di alcuni membri dei Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze recentemente eletti e alcuni studenti delle scuole superiori. Presenti i ragazzi dell’Istituto Ruffini-Aicardi, l’Istituto C. Colombo e le scuole elementari e medie dell’Istituto Comprensivo di Arma e Taggia. Nel corso della mattinata sono state proposte una serie di attività incentrate sull’importante tema dei diritti dell’infanzia allo scopo di sensibilizzare e stimolare i ragazzi a lavorare sull’argomento.

“Si è voluto cogliere l’occasione del trentennale per rifare il punto sui diritti dell’infanzia e coinvolgere soprattutto i ragazzi a ragionarci sopra – spiega Marco Boeri, presidente della Cooperativa ‘L’Ancora’. – Siamo abituati a dare per scontati alcuni diritti, ma è anche vero che ci sono tante piccole e grandi sfumature meno evidenti, che sono ugualmente importanti perché rendono i ragazzi protagonisti e non semplicemente destinatari passivi di una società che si organizza a livello adulto”.

Presente anche l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Taggia Barbara Dumarte, che aggiunge: “Il Comune di Taggia accoglie con entusiasmo questa iniziativa a Villa Boselli rivolta ai più giovani. Tramite i Consigli Comunali dei Ragazzi diamo loro la possibilità di essere ascoltati, uno dei diritti fondamentali presenti nella Convenzione Onu. Giornate come questa costituiscono momenti importanti per la crescita dei nostri ragazzi”.

Giorgia Spizzo, sindaco dei Ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Arma e Taggia, spiega: “Oggi parliamo dei diritti che spettano a noi ragazzi. Tramite il CCR svolgiamo il compito di avvicinare i ragazzi agli adulti; il nostro articolo è l’art.12 ovvero che abbiamo il diritto di essere ascoltati”.