video

Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil. Sono le sigle sindacali che questa mattina hanno inviato una lettera al Prefetto Alberto Intini per richiedere un intervento a favore dei lavoratori del settore agricoltura.

L’iniziativa, di carattere nazionale limitata alla sola lettera in provincia vista la zona rossa, vuole accendere la luce su una dimenticanza ritenuta molto grave ovvero i mancati ristori a chi lavora in agricoltura, oltre 2500 nella sola provincia di Imperia.

“Abbiamo inviato una lettera al Prefetto per denunciare l’ennesimo problema relativo al decreto sostegno che esclude, di fatto, i lavoratori dell’agricoltura da qualsiasi forma di assistenza – spiega a Riviera Time il segretario provinciale di Flai Cgil Luca Falcetta.

I lavoratori dell’agricoltura il Italia sono circa 450mila, nella sola provincia di Imperia abbiamo più di 600 aziende agricole – prosegue. Sono andate perse migliaia e migliaia di giornate di lavoro e la mancanza di interventi specifici sul settore è un fatto abbastanza grave secondo noi”.

Falcetta spiega poi quale obiettivo si pongono i sindacati con questa rimostranza: “A livello nazionale sono stati aperti dei tavoli con il ministro. Nell’ambito di questo decreto la nostra speranza è che possa essere apportato un correttivo o qualcosa che ricordi questo nostro settore sempre definitivo indispensabile, ma automaticamente sempre dimenticato nel momento del bisogno”.

Articolo precedenteAutostrade Liguria, l’assessore regionale Giampedrone: “Al lavoro per valutare minore impatto dei cantieri in vista della ripartenza del paese”
Articolo successivoTriora: oggi le telecamere RAI nel borgo e a Realdo per le riprese di Linea Verde