video

Passaggio di consegne ufficiale questa mattina tra la onlus Nuovo Ritmo nel Cuore di Sanremo e la locale sezione della Croce Rossa. Oggetto dell’avvicendamento la gestione e manutenzione degli undici defibrillatori comunali sistemati in diverse zone della città tra le quali quella in Piazza dei Dolori nella Pigna dove le due associazioni si sono incontrate stamattina.

“Per motivi personali della dottoressa De Matthaeis presidentessa della onlus, siamo stati contattati e incaricati di gestire queste importantissime attrezzature che salvano la vita”, ha detto Ettore Guazzoni presidente Cri Sanremo.

“Per noi è motivo di orgoglio – sottolinea Guazzoni – sia perché quando ci viene chiesto aiuto da una onlus noi interveniamo subito, sia perché si tratta di attrezzature indispensabili per la nostra comunità. Dovremo controllare periodicamente scadenze, piastre, batterie per il perfetto funzionamento dei Dae (defibrillatore automatico esterno) e se dovremo sostenere delle spese saremo aiutati dall’amministrazione comunale, che tramite il consigliere Paolo Masselli ha permesso questo avvicendamento”.

“È stato un percorso iniziato tanto tempo fa – ricorda Marina De Matthaeis – con Paola Arrigoni che l’ha poi proseguito con grande impegno e per questo la voglio ringraziare pubblicamente. Siamo riusciti in questo percorso che sembrava impossibile, i Dae sono diventati undici e perfettamente funzionanti grazie ad una manutenzione piuttosto complicata e supportata anche con risorse personali. Adesso con questo accordo con il Comune, la Croce Rossa riuscirà a sottoporre a revisioni accurate questa attrezzatura e noi siamo ben felici di aver fatto questa scelta che sarà molto utile per la cittadinanza”.

“Come amministrazione comunale vogliamo ringraziare queste persone che si prendono in carico l’impegno per il bene comune della cittadinanza – dice Paolo Masselli – senza chiedere niente in cambio. Grazie alla dottoressa De Matthaeis che sino ad oggi si è fatta carico del servizio a titolo gratuito, e grazie alla nostra Croce Rossa che ha raccolto il testimone dalla onlus Nuovo Ritmo nel Cuore. La Cri ha professionalità tali che ci fanno stare tranquilli sulla continuità del servizio, e la scelta è stata anche semplice e immediata al punto che gli undici defibrillatori sono già stati controllati da loro qualche giorno fa”.