Incontro ieri pomeriggio a Diano Marina tra Confcommercio e i vertici di Rivieracqua in merito alla stangata sulle bollette idriche nel Golfo dianese, ritenute particolarmente elevate e non conformi. Obiettivo del confronto fare luce sulle dinamiche che hanno prodotto all’aumento delle bollette su consumi idrici inspiegabili.

“Abbiamo chiesto questo incontro – spiega Franca Weitzenmiller, presidente Confcommercio Golfo Dianese – per dare la parola ai nostri associati e per capire questo caro bollette esagerato. L’incontro si è concluso con tre richieste a Rivieracqua: abolire la quota minima di consumo di 200 metri cubi, non procedere con l’aumento del 9% l’anno prossimo e che la prima rata venga proposta dopo giungo, quando si spera che riprenda il turismo nel Golfo Dianese.