Ripristinare gli ecosistemi degradati dall’uomo è il tema della Giornata Mondiale dell’Ambiente, che si tiene oggi, indetta dall’Onu. La Giornata quest’anno apre anche il Decennio delle Nazioni Unite per il ripristino dell’ecosistema: uno sforzo globale decennale per prevenire, fermare e invertire il degrado degli ambienti naturali.

In tutto il mondo si mostrerà i suoi sforzi per ripristinare la natura, da piantare alberi in India a ripulire le spiagge a Hong Kong o le comunità in Kenya. Molti di più si uniranno sui social media, prendendo parte alla “Snap Challenge” per mostrare come cambieranno i loro comportamenti per essere parte del movimento. Gli hashtag della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021 sono #GenerationRestoration e #WorldEnvironmentalDay. 

Oggi il MURR, il Museo del Relitto Romano di Santo Stefano al Mare, di proprietà dell’AMAIE Energia e Servizi, partecipa alla Giornata Mondiale dell’Ambiente, con entrate gratuite alle ore 16,30 e alle ore 17,30, con visite guidate, durante le quali si vedrà la situazione attuale del relitto della petroliera Haven, che ha riversato in mare, lungo la costa di Arenzano, in aprile 1991, migliaia di tonnellate di petrolio.

Articolo precedenteCovid, Toti: “Liguria in zona bianca da lunedì 7 giugno. Cade il coprifuoco”
Articolo successivoPrimo weekend di giugno sulle spiagge del golfo dianese