Sarà Giorgio Conte, insieme al suo quartetto, il protagonista della terza e ultima serata di Folk in Diano, il festival di cultura popolare che questa estate ha proposto la sua terza edizione. L’appuntamento conclusivo è fissato per venerdì 28 agosto (ore 21.15), a Villa Scarsella, a Diano Marina. Sconfinando è il titolo dello spettacolo, un itinerario musicale che parte da Deborah, brano interpretato nel ’68 da Mina e Fausto Leali, per approdare all’oggi, con altri brani del suo grande repertorio di autore, rivisitati in chiave sinfonica, inoltre alcuni inediti.

Un viaggio in compagnia delle sette note, con alcune “soste” (aneddoti e racconti), senza tempo: Conte è un artista, cantautore e compositore, di caratura internazionale, che è salito su importanti palcoscenici italiani ed esteri, dalla Svizzera alla Francia, dall’Austria al Canada, passando per Spagna, Germania ed Olanda. Cantautore e compositore, ha al suo attivo tredici album. Possiede uno stile unico ed inconfondibile, capace di emozionare, coinvolgere e fare diventare protagonista, di ogni suo performance, il pubblico stesso. La stampa specializzata lo ha definito “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni”.

In gioventù Giorgio Conte ha unito gli studi in diritto alla passione per il jazz, la musica popolare e la canzone francese, condivisa con il fratello Paolo, con il quale ha creato i primi gruppi musicali, fino ai contatti con il clan di Celentano. Nel 1993 ha definitivamente abbandonato l’impegno nello studio legale per dedicarsi a tempo pieno alla musica. Intensa è stata la sua attività di autore per grandi artisti italiani (Mina, Ornella Vanoni, Equipe 84, Fausto Leali, Rosanna Fratello, Loretta Goggi, Francesco Baccini) e stranieri (Mireille Mathieu e Wilson Pickett). Un artista completo, con svariate esperienze anche in teatro, con Bruno Gambarotta, in radio e sugli schermi televisivi.

Folk in Diano è una rassegna ideata da Antonio Carli che ne cura anche la direzione artistica.

Per assistere allo spettacolo non ci sono biglietti a pagamento, ma occorre prenotarsi presso l’Ufficio Iat di Diano Marina, sito in via Genala, a fianco della chiesa parrocchiale, aperto tutti i giorni (dal lunedì al sabato ore 10-13 e 16-19, domenica ore 10-13, telefono 377 0981085, e-mail: [email protected]).