video

Punta tutto sul prossimo mese di ottobre il cavalier Paolo Alberti che annuncia le sue tre manifestazioni più importanti in calendario ad inizio autunno.

“Con il Gef abbiamo trascorso due anni molto difficili ma adesso siamo pronti per il ritorno. La prossima edizione del Global Education Festival sarà la 22esima e si svolgerà dal 7 al 9 ottobre nei teatri Ariston e Casinò. Il periodo non è quello solito della primavera avanzata ma sia l’edizione scorsa che quella di quest’anno non potevano svolgersi in quel periodo per i motivi che tutti sanno”.

“Tutte le nazioni che saranno rappresentate nell’evento a Sanremo – spiega Alberti – hanno chi più chi meno i loro problemi con la pandemia. Sono comunque fiducioso per il mese di ottobre, la campagna mondiale di vaccinazione, l’auspicabile creazione di un pass sanitario internazionale e non solo in ambito europeo dato che noi abbiamo molte nazioni da altri continenti”.

“In particolare per l’altro evento che organizziamo, la finale mondiale di Sanremo Junior patrocinato dal nostro Comune e riservato a giovanissimi cantanti da 6 a 15 anni. Sarà la dodicesima edizione e ci saranno partecipanti da tutto il mondo e chi si è meritato la finale che si svolgerà il primo giorno del Gef 2021 deve poter venire a Sanremo e cantare. Sarà un atto conclusivo molto ricco con la presenza dei finalisti dell’anno scorso e quelli di questo ’21 con esibizioni live accompagnate dall’orchestra Sanremo Junior composta da una trentina di musicisti”.

“Aver limitato l’iscrizione ad una fascia d’età così giovane – chiarisce – è una scelta ben precisa che non deve andare contro i concorsi importanti che coinvolgono il Comune di Sanremo, sia Area Sanremo che il Festival. Ma tutti quelli che vengono qui in finale poi si esibiscono nelle televisioni dei loro Paesi di origine, che due anni fa erano ben 22 da tutto il mondo, e spesso ottengono grande successo. Faccio l’esempio della maltese Destiny che vinse le sue selezioni nazionali, partecipò alle finali sanremesi vincendo un premio importante e il prossimo 22 maggio rappresenterà Malta nell’evento European Song Contest, l’Eurofestival a Rotterdam”.

“Anche l’ultima vincitrice di Sanremo Junior, l’ucraina Mariia Kolosova, è adesso la vocalist di una band che sta facendo faville in tutti i paesi dell’est, così come altri giovanissimi interpreti indonesiani, kazaki, israeliani che hanno successo dopo essere passati da noi”.

“Dal 22 al 24 ottobre ci sarà anche Sanremo Senior per i cantanti over36 – ricorda Paolo Alberti –  e tutti questi eventi oltre a pubblicizzare il nome di Sanremo nel mondo, portano anche benefici al comparto turistico matuziano. Sappiamo che il Gef è secondo solo al Festival per presenze turistiche in città con un calcolo di oltre 500mila euro di ricaduta sul settore turismo”.

“Sanremo è una città molto conosciuta nel mondo ma non da tutti – conclude – tra le nazioni che orbitano nei nostri progetti c’è ad esempio l’India che di Sanremo e del Festival non ne sa nulla, mentre è famosa nei Paesi dell’Est Europa, in Sudamerica, anche in Giappone ma non così tanto come pensiamo. Noi comunque facciamo la nostra strada che deve sempre portare a Sanremo e a renderla sempre più famosa”.

Articolo precedenteSanto Stefano al Mare dedica i Giardini a Suor Giacoma Coltrini, il vicepresidente Piana: “Un esempio di dedizione e altruismo”
Articolo successivoMolini di Triora, dal primo maggio riapre la strada all’ingresso del paese