[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/232971759″]Domani la città di Ventimiglia consegnerà allo chef Mauro Colagreco il Ghinbaru d’Oro, riconoscimento istituito per dare maggiore risalto alla nuova DeCo del gambero rosso di Ventimiglia. Una scelta, quella della città di Confine, che ha fatto storcere il naso a Sanremo, che da anni vede il proprio nome affiancato a quello del prelibato e apprezzato prodotto.

Abbiamo affrontato la questione con Roberto Mostini, voce autorevole nel campo della ristorazione e dell’enogastronomia, selezionatore per la Guida Touring e collaboratore di Riviera Time per la rubrica Sorsi e Morsi. “Io penso che sia importante mantenere il brand identificativo. In tutti i ristoranti è presente il gambero di Sanremo. Quella di Ventimiglia mi sembra un’operazione di comunicazione un po’ dispersiva”, afferma Mostini, che spiega poi quali sono le caratteristiche che rendono questo gambero così apprezzato.