[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/244229539″]Il Consiglio Provinciale questa mattina ha approvato la delibera di indirizzo che ribadisce la volontà dell’Amministrazione di continuare nel processo individuato per dare completa attuazione al riordino del sistema idrico integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) Ovest-Imperiese e quindi addivenire alla gestione unitaria del servizio idrico integrato.

“Con questa delibera il Consiglio ha avallato il lavoro sin qui svolto dalla Provincia per quanto riguarda le sue competenze”, ha affermato il presidente Fabio Natta. “Nel provvedimento si parla anche dei compiti degli attori coinvolti e dei prossimi passaggi dell’iter, consci di dover proseguire responsabilmente un procedimento che porterà alla gestione unica d’ambito di un servizio fondamentale per la collettività, come è quello idrico”.

“Questa è una partita importantissima per la città di Imperia. Qua noi stiamo parlando dei soldi dei cittadini di Imperia.”, ha detto il sindaco di Imperia Carlo Capacci. “Già il fatto che noi, entrando in Rivieracqua, ci prendiamo una quota parte del deficit di gestione, che si pagano i cittadini di Imperia che non hanno avuto nulla da Rivieracqua quest’anno. Mi sembra un po’ eccessivo. Nel mio intervento spero di aver fatto chiarezza”.

“Qua non è una questione Sanremo contro Imperia, Imperia contro il resto del mondo”, ha dichiarato il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri. “Qua abbiamo delle responsabilità, perché siamo tutti sindaci. Abbiamo la responsabilità di sostenerci, di lavorare insieme e di aiutarci laddove ci sono dei problemi. E credo che in questo momento il sindaco Capacci abbia bisogno del nostro sostegno. Perché noi questo processo lo portiamo a termine con Amat. Questo puzzle senza un tassello non viene compilato”.

Articolo precedenteIl vintage contemporaneo al Marco Polo di Ventimiglia
Articolo successivoEdilizia, la Regione incontra le imprese