Cgil, Cisl e Uil sono scese in piazza a Roma questa mattina per una manifestazione nazionale unitaria con lo slogan “Futuro al lavoro“, per sostenere proposte su crescita, sviluppo, lavoro, pensioni e fisco, e per chiedere al Governo di cambiare la politica economica.

È la prima con Maurizio Landini alla guida della Cgil. “Chiediamo a questo Governo di prendere iniziative per lo sviluppo e per il lavoro, di pensare a creare opportunità e di dare un’idea di sviluppo a questo Paese”, spiega Fulvio Fellegara, Segretario Generale CGIL Imperia.

Tanti gli striscioni e gli slogan che hanno accompagnato il corteo della manifestazione. “Meno stati sui social, più stato sociale” è uno dei tanti che campeggia. “Giù le mani dalle nostre pensioni”, “Subito una legge per la non autosufficienza”, “Non siamo il vostro bancomat”, “C’è solo una razza quella umana”, recitano altri cartelli. A sventolare sono anche le tante bandiere dei sindacati confederali e delle diverse categorie, accompagnate dai palloncini rossi della Cgil, verdi della Cisl e blu della Uil.