Forza Italia online per porre la giusta attenzione sulle problematiche del nostro territorio, per discutere delle negative conseguenze che ha avuto l’impatto del Covid-19 sull’economia della Provincia.

“Dalle 21 di ieri sera a notte fonda c’è stata la partecipazione di tanti amici, amministratori, Sindaci, commercianti, professionisti e imprenditori, ai quali, con serietà, precisione e capacità ha risposto l’On. Giorgio Mulè, rappresentante dell’estremo Ponente ligure a Roma.

L’invito era rivolto a tutti coloro che volessero esprimere la preoccupazione dilagante che oggi, più che mai, caratterizza la quotidianità di tutti, Famiglie ed Imprese.

Un momento, quello di ieri sera, di confronto costruttivo e propositivo toccando temi di rilievo economico come il Casinò di Sanremo, paragonato dal Governo giallorosso ad una semplice Sala Bingo, ma anche il caso Frontalieri e la tutela di questi lavoratori, le questioni legate alla ristorazione, al commercio, al turismo, ai nostri pescatori che con grande sacrificio stanno cercando di andare avanti, con un occhio di riguardo alla Cassa Integrazione, presente solo su “carta”.

L’On. Mulè saprà recapitare tutte queste istanze nelle giuste aule istituzionali.

Presente all’incontro il Coordinatore Regionale Carlo Bagnasco e il Commissario Provinciale Simone Baggioli.

Si ringraziano tutti i Commissari Cittadini, l’intero Comitato provinciale e soprattutto chi, fuori da ogni schema partitico, ha voluto partecipare a questa riunione.

La prima di una lunga serie di incontri che verrà ripetuta ogni quindici giorni aperta ad ogni persona che voglia partecipare e confrontarsi affinché si possano risolvere tutte le problematiche nate in questo difficile momento. Molte sono le tematiche oggetto di discussione, dal florovivaismo ai balneari passando per i locali di intrattenimento notturno quali Discoteche e Sale da Ballo.

Ricordiamo che, per partecipare, è necessario inoltrare il proprio contatto telefonico alla casella di posta elettronica [email protected] in modo tale da poter inoltrare il link di Zoom. Per ogni incontro verranno selezionati 25 soggetti in modo tale da dare la possibilità a tutti di poter intervenire, in maniera ordinata e senza appesantimento della rete”.