folk in diano

Il recupero delle tradizioni mantiene viva l’identità di un popolo; l’Italia è un paese ricco e multiculturale, un vasto patrimonio di grandi artisti hanno dedicato il proprio studio e talento alla conservazione della lingua, di storie e figure popolari della nostra nazione.

Un festival contenitore, un’operazione filologica che unisce storia e influenze della musica moderna esaltando la grande vitalità ed attualità di canti e musica popolare.

Spiega l’ideatore e direttore artistico Antonio Carli: “FOLKinDIANO è un titolo, contiene più significati, una sorta di “I.G.T.” con cui la città di Diano Marina si vuole distinguere nella scelta di preservare un patrimonio, la tradizione Folkloristica e le radici della cultura nazionale; l’assonanza “inDIANO” vuole suggerire un richiamo storico alle “riserve”, vere proprie “isole” in cui si è deciso di conservare e proteggere dall’estinzione le minoranze che rischiavano di estinguersi nella frenesia della modernità”.

Il successo delle edizioni precedenti, che hanno vantato tra gli ospiti personaggi di fama nazionale ed internazionale, tra cui Max Manfredi, Maurizio Lauzi, Franco Fasano, Giampiero Alloisio, Giorgio Conte, Alberto Bertoli, Zeketam, Zenias, Teres Aoutes string Band, Sasà Flauto e Mimmo Epifani oltre naturalmente ad altri artisti molto noti nel panorama musicale contemporaneo, che vantano collaborazioni con i più grandi nomi della musica ha permesso, grazie alla fiducia ed agli sforzi del comune di Diano Marina di far crescere la manifestazione così da poter ospitare personaggi sempre più importanti e prestigiosi.

“Premio FOLKinDIANO Cultura Popolare”

Franco Carli, attore e regista, è stato una figura di spicco nell’ambiente della cultura Ligure e dello spettacolo nazionale ed internazionale. All’attività professionale come attore nei più importanti teatri italiani; Teatro Stabile di Genova, Palazzo Durini Milano, Teatro della Tosse di Genova, ha sempre affiancato uno studio per la conservazione delle tradizioni popolari liguri, con la direzione di premi importanti.

Ideatore ed autore di moltissimi spettacoli, trasmissioni radiofoniche, documentari sulla cultura popolare, coltivandone lo studio, la divulgazione e conservazione.

Fu “memoria storica” della lingua ligure, con studi condotti insieme al noto filologo Edward Neill, il poeta scrittore Lucetto Ramella, realizzò in prima nazionale un testo inedito su Giovanni Boine, a cura del poeta scrittore Giuseppe Conte, estimatore e divulgatore dei più importanti poeti e scrittori liguri, Boine, Montale, Novaro, Boine, Barile, Sbarbaro, Caproni, Vivaldi, Calvino. Contribuì a creare il polo universitario imperiese del D.A.M.S., nonché la creazione dello “spazio Calvino” insieme al rettore Eugenio Buonaccorsi. Per la RAI di Genova con Arnaldo Bagnasco, Cesare Viazzi, Lea Landi realizzò trasmissioni radiofoniche tra cui “Verso ponente” di cui fu ideatore, coautore ed interprete.

Queste le ragioni per cui l’amministrazione della città di Diano Marina rappresentata e guidata dal sindaco Giacomo Chiappori, promotore del festival, decise di istituire un premio per la cultura popolare a lui intitolato.

Il Premio cultura popolare “Franco Carli” Città di Diano Marina, viene conferito agli autori che si sono distinti per avere portato, con la propria opera, le proprie tradizioni nell’epoca moderna.

A mantenere il livello qualitativo di altissimo profilo, in linea con le precedenti edizioni, quest’anno infatti, saranno presenti nel calendario serate:

  • 8 luglio 2021 Tazenda presenteranno il nuovo disco “Antìstasis” (premio Franco Carli per la cultura popolare 2021)
  • 22 luglio 2021 Enrico Beruschi in “Un Milanese al mare!”
  • 5 agosto 2021 Antonio Carli & Andrea Elena in “Carosello e tutti a nanna!” le più belle canzoni italiane degli anni 50/60
  • 19 agosto 2021 Marco Cambri in concerto “Saera i euggi”

Il successo delle edizioni precedenti ha spinto l’amministrazione Dianese a rinnovare l’appuntamento con la cultura popolare che questo festival, nella sua originalità vuole conservare e tramandare.

La canzone d’autore, ancora protagonista del premio, erede naturale della cultura popolare e delle sue tradizioni, figure e luoghi.

FOLKinDIANO 2021: un quarto appuntamento molto importante, contraddistinto da ospiti sempre più noti nel panorama musicale popolare nazionale ed internazionale.

Commenta il sindaco Giacomo Chiappori: “Diano Marina è stata per me in questi anni una “figlia” che mi ha dato gioie, preoccupazioni, soddisfazioni e a volte anche qualche piccolo dispiacere, credo che questo sia inevitabile nelle storie d’amore.

Ho cercato di fare sempre il “suo bene”, come un papà, a volte burbero, ma sempre in buona fede, credendo di fare il meglio.

Ho da sempre amato le tradizioni locali e popolari e creduto molto nella loro salvaguardia come un patrimonio della nostra cultura di cui si debba andare fieri, come tutte le belle qualità del nostro paese, l’Italia, così diversa e ricca di sfumature.

FOLKinDIANO è una creatura nata dall’incontro di queste considerazioni ed è frutto della fantasia creativa ed artistica del direttore Antonio Carli, che ha saputo interpretare la mia volontà di associare la città ad un marchio di qualità, portando grandi artisti del panorama nazionale ed internazionale ad essere legati al nome di Diano Marina.

È con piacere che lascio questa eredità alla città per la quale mi sono impegnato negli ultimi dieci anni, nutro la speranza che chi mi sostituirà possa mantenerla e farla crescere ancora, nell’interesse della nostra amata Diano”.

Articolo precedentePontedassio libera il centro dai mezzi pesanti, l’assessore Papone: “Più sicurezza e vivibilità per il paese”
Articolo successivoDalla CCIAA Riviere di Liguria contributi per le imprese che puntano sul digitale: aperto un nuovo bando da 250mila euro