Trentuno anni, ventimigliese, onorevole. È questo il profilo di Flavio Di Muro, eletto alla Camera dei Deputati nelle fila delle Lega. Ospite negli studi di Riviera Time, ha commentato a caldo il successo elettorale. “Fa molto piacere a me, alla mia famiglia e a tutti gli amici di sempre. È stata anche la vittoria della meritocrazia”, ha dichiarato.

“Devo dire che sono rimasto sorpreso dai risultati dell’entroterra”, ha sottolineato il neo-onorevole. “Fare campagna elettorale in Via Matteotti a Sanremo è semplice, io sono stato a stretto contatto con gli amministratori dei piccoli comuni. La fiducia che hanno riposto in me è immensa. Penso ad esempio all’incredibile risultato di Aquila d’Arroscia”.

A Ventimiglia la Lega si impone come primo partito, al 30%, mentre il Partito Democratico del sindaco Enrico Ioculano sprofonda all’11%. “Sicuramente una parte dei voti che ho preso è fatto da persone che non apprezzano l’azione amministrativa”, ha dichiarato Di Muro. “Però credo che il voto di Ventimiglia non sia solo di protesta, ma anche di proposta. Tanti cittadini hanno riposto fiducia negli impegni assunti da Salvini, unico leader che si è degnato di venire a Ventimiglia, e manterremo quegli impegni. E poi ho preso tanti voti trasversali, anche di persone di sinistra, che mi conoscono e mi stimano”.

Spazio anche per i rapporti interni alla coalizione di centrodestra, dopo il netto sorpasso della Lega ai danni di Forza Italia. “I cittadini si sono espressi in maniera chiara. Siamo il primo partito e quindi ci spettano oneri e onori”, ha dichiarato. “Riuniremo i vertici provinciali in vista delle elezioni amministrative e poi ci confronteremo con gli amici del centrodestra. Non escludo un candidato sindaco della Lega a Imperia”.