accordo camere di commercio

La firma è stata preceduta da una presentazione dell’EURO CIN, Gruppo Europeo di Interesse Economico (G.E.I.E) Le Alpi del Mare/Les Alpes de la Mer. Questa organizzazione, nata nel 1994 su iniziativa delle Camere di commercio di Cuneo, Imperia e della CCI Nice CĂ´te d’Azur, può diventare un prezioso strumento per sostenere le economie dei territori transfrontalieri e sviluppare strategie comuni nel quadro della cooperazione transfrontaliera ed europea.

La Camera di Commercio Riviere di Liguria-Imperia La Spezia Savona, la Camera di Commercio di Cuneo, la Chambre de MĂŠtiers et de l’Artisanat Provence-Alpes-CĂ´te d’Azur, la Chambre d’Agriculture Alpes-Maritimes e la Chambre de Commerce et de l’Industrie Nice CĂ´te d’Azur hanno firmato martedĂŹ 15 novembre 2022 il primo accordo di cooperazione a favore dello sviluppo economico dei rispettivi territori e delle loro imprese. L’accordo, della durata di due anni, poggia sulla comunione di obiettivi economici e di interessi che lega Italia e Francia. Imprenditori, artigiani, commercianti e agricoltori di entrambi i lati della frontiera si trovano ad affrontare cambiamenti simili negli stessi settori di attivitĂ : turismo, servizi, commercio, tecnologia e innovazione e artigianato. Aree fondiarie, vie di comunicazione e infrastrutture di trasporto efficienti, nuove esigenze legate allo sviluppo sostenibile e una rinnovata offerta formativa sono tutte sfide da affrontare. In questo contesto, lavorare insieme per consolidare la cooperazione è naturale e necessario.

L’obiettivo è quello di individuare delle azioni che rafforzino la competitivitĂ  e contribuiscano alla modernizzazione del tessuto economico locale nei seguenti ambiti:

• Economia e occupazione: fondiario e pianificazione territoriale, clima e transizione ecologica, mobilitĂ  sostenibile, creazione di imprese nell’ambito di green economy, blue economy, economia circolare e turismo;

• Sostegno alle attività produttive (prodotti tipici) attraverso strumenti innovativi;

• Servizi nell’ambito di istruzione, sanitĂ , Silver Economy e della promozione di servizi itineranti o da remoto;

• Realizzazione di progetti comuni cofinanziati dai programmi europei per favorire lo sviluppo economico;

• Avvio della messa in rete degli attori pubblici francesi e italiani nel quadro dei trattati internazionali.

Per Jean-Pierre Savarino, presidente della CCI Nice CĂ´te d’Azur: “In un contesto europeo in cui la cooperazione transfrontaliera svolge un ruolo fondamentale, le sfide economiche sono affrontate a livello locale, regionale e transfrontaliero, con i vicini che condividono gli stessi problemi e le stesse aspirazioni. Le affinitĂ  italo-francesi determinate dalla storia, dalla geografia e dalla cultura sono evidenti. Sta a noi individuare nuove opportunitĂ  di sviluppo e di crescita per la nostra regione italo-francese e per i suoi cittadini”.

Per Mauro Gola, presidente della Camera di Commercio di Cuneo: “Oggi abbiamo firmato un accordo molto importante tra partner che giĂ  in passato hanno condiviso azioni e progetti nell’ambito della precedente programmazione europea. È con grande soddisfazione che ho apprezzato la totale convergenza di intenti dei firmatari dell’accordo verso l’attualizzazione dell’Eurocin Geie, nato nel 1994, al fine di renderlo uno strumento concreto e operativo per declinare sui territori le strategie dell’Unione Europea”.

Per Enrico Lupi, presidente della CCIAA Riviere di Liguria-Imperia La Spezia Savona: “La firma dell’accordo riflette la volontĂ  delle imprese di realizzare un’osmosi tra le rispettive esperienze, aspirazioni e progetti, per scambiare buone pratiche e valori comuni con l’obiettivo di creare, tra Italia e Francia, un unico spazio europeo attrattivo. Questo accordo supera i confini amministrativi, proponendosi di costruire, idealmente, un unico bacino di imprenditori, un crogiolo di professionalitĂ  e competenze che vada oltre le differenze linguistiche e legali. È con questa convinzione che la Camera di Commercio Riviere di Liguria si impegna a lavorare e a contribuire alla visione transfrontaliera ed europea”.

camere di commercio italia francia