Un dispositivo di sicurezza come mai si era visto prima nella storia del Festival. È quanto messo in piedi dalla Questura di Imperia per garantire l’incolumità dei cittadini nella settimana di svolgimento della karmesse canora.

Una dato su tutti dà l’idea dello sforzo messo in campo dalla forze dell’ordine: 274. È questo il numero delle telecamere remote che controllano l’area nei dintorni del teatro Ariston. Nel 2016 erano soltanto – si fa per dire – 120.

Il capitano Paolo De Alescandris, comandante dei carabinieri di Sanremo, spiega a Riviera Time le modalità con cui viene garantita la sicurezza durante il Festival e ritorna sul doppio falso allarma bomba di lunedì scorso.