Il noto critico musicale Andrea Spinelli ha espresso ai nostri microfoni un primo parere per questa sessantanovesima edizione del Festival della Canzone Italiana.

Dopo avere ascoltato in anteprima alcuni dei brani in concorso, il giudizio di Spinelli si concentrerà sulla qualità delle loro esibizioni dal vivo: “Devo essere sincero, al primo ascolto una nuova ‘Occidentali’s Karma’ non l’ho sentita; conterà moltissimo come questi artisti si rapporteranno con la telecamera, il pubblico a casa e il gioco che riusciranno a instaurare con l’orchestra”, dichiara il critico.

Giudizio non del tutto positivo, seppur moderato, riguardo alla scelta dello scorporo della sezione giovani con una manifestazione a sé rispetto a quella principale: “Questo secondo me ha tolto qualcosa, però è un’opinione personale, non è la prima volta che accade questo, e non è la prima volta che un giovane entrando tra i Big riesca a vincere, quindi vediamo un attimo che succede”.

Conclusioni positive per quanto riguarda la scelta dei conduttori: “Direi che la Raffaele sia una certezza, Bisio una scoperta, comunque professionista solidissimo, e Baglioni di cui abbiamo visto l’anno scorso ciò che è capace di fare anche in panni che non sono suoi”.