Festival ai blocchi di partenza: sarà un diesel o un benzina? L'opinione di Paolo Giordano e Luca Dondoni

Prenderà il via questa sera il 70° Festival della Canzone Italiana a Sanremo, con l’esibizione di 12 ‘big’ e 4 ‘nuove proposte’. A salire sul palco nella categoria ‘big’ saranno Achille Lauro, Anastasio, Bugo e Morgan, Diodato, Elodie, Irene Grandi, Raphael Gualazzi, Marco Masini, Rita Pavone, Riki, Le Vibrazioni e Alberto Urso. Per le ‘nuove proposte’ si esibiranno gli Eugenio In via di Gioia, Fadi, Leo Gassman e Tecla Insolia.

La macchina del Festival è dunque pronta a mettersi in moto, ma sarà un diesel o un benzina? Il nostro inviato Carmine Esposito lo ha chiesto ai giornalisti e critici musicali Paolo Giordano e Luca Dondoni.

“Secondo me parte diesel come sempre, però poi tutto si decide sullo share della prima puntata” dichiara Paolo Giordano, firma di spicco de Il Giornale.

“Ha ragione Paolo – sottolinea Luca Dondoni – sono convinto che sia un diesel. Il mercoledì mattina si deciderà tutto, perché moltissimo ha a che fare con i risultati. E’ un Festival dalla qualità medio alta, sono davvero delle belle canzoni. Tutto sta al mercoledì mattina, ore 10, quando escono i risultati di Auditel e lì ci sarà la cartina tornasole”.

Nel frattempo i bookmakers hanno già cominciato a fornire i pronostici sul vincitore della 70 esima edizione del Festival. “Non ci si può basare sulle fan base, che votano l’artista a prescindere, qualsiasi cosa faccia” dichiara Giordano.