L’ospite di oggi dell’Intervista di Riviera Time è il segretario generale dell Cgil Imperia Fulvio Fellegara. Tanti i temi i trattati, a partire dall’incontro di oggi in Comune sul futuro dei lavoratori Go Imperia. “Non potevamo trovare una soluzione oggi, ma l’importante è che ci sia stato l’impegno di tutti a salvaguardare tutti i posti di lavoro”, dichiara. “A noi interessava questo. I tempi sono però stretti. Va trovata una soluzione entro fine mese”.

Nelle prossime ore il sindacato incontrerà anche il nuovo Cda di Rivieracqua. “Vogliamo capire qual è il piano di impresa. È un tema importante”, sottolinea Fellegara. “Noi non abbiamo problemi a confrontarci con nessuno, ma non ci siamo nascosti. Abbiamo detto che preferiamo che il servizio idrico sia gestito dal pubblico”.

Spazio anche ai temi legati alla sanità, in vista dei futuri confronti con la giunta regionale. “È un tema che interessa non soltanto i lavoratori della sanità, ma tutti i cittadini. Noi dobbiamo capire che le risposte da dare oggi sono diverse da quelle di un tempo”, rimarca il segretario della Cgil Imperia. “Un tempo al centro di tutto c’era l’ospedale. Oggi dobbiamo pensare invece a una sanità che sia vicina ai malati, soprattutto a quelli cronici, e agli anziani”.

Conclusione dedicata agli ex lavoratori dell’Agnesi di Imperia, di cui – a distanza di un anno dalla chiusura dello stabilimento di Via Schiva – si è tornato a parlare con insistenza nelle ultime ore. “È una vicenda tristissima. La maggior parte di loro non ha ancora avuto risposte occupazionali, anche perché il mercato del lavoro in questa provincia è povero”, spiega Fellegara. “Vorrei ricordare – in primis a me stesso – che a luglio 2018 scadranno gli ammortizzatori sociali per queste persone, che vedranno mancare anche il piccolo sostegno che hanno in questo momento”.