[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/214847570″]Riviera Time oggi incontra Fabio Coccoluto, allenatore dei pulcini dell’Argentina Arma. Fabio ci racconta la sua storia, le difficoltà nel rapportarsi con i più piccoli e cosa manca nel Ponente ligure per far sì che crescano nuovi campioni sull’esempio di Stefano Sturaro.

“Prima che allenatore mi sento un istruttore”, spiega Fabio. “La parte tecnica è importante, ma è ancora più importante trasmettere valori, formare un gruppo, insegnare a stare insieme e soprattutto non perdere mai la componente ludica dell’attività”.

Articolo precedenteL’entroterra che rinasce, l’esempio di Triora
Articolo successivo1998 – Il presidente della Camera Violante a Ventimiglia