Estate positiva in Liguria, Berrino: "Necessario rafforzare i collegamenti ferroviari con Torino"

È stato ospite nei nostri studi Gianni Berrino, assessore alle Politiche dell’occupazione, Trasporti, Turismo e Personale di Regione Liguria.

Durante l’intervista Berrino ha tracciato un bilancio sull’andamento turistico della stagione estiva 2019: “Il bilancio appare positivo, c’è grande soddisfazione da parte di moltissimi operatori anche per la qualità dei turisti che hanno scelto la Liguria e il nostro Ponente ligure. Il bilancio definitivo si potrà fare a metà novembre quando avremo anche i dati del mese di settembre. Direi comunque che l’estate si conclude positivamente, rimarcando anche il fatto che già solo nel periodo dal 2018 al 2019 abbiamo anche 25.000 posti letto in più nelle case affittate ad uso turistico”.

Conclusi gli eventi estivi, si guarda già alla stagione invernale: “Il periodo autunno/inverno è un po’ una scommessa per Regione Liguria che ormai da qualche anno cerca di destagionalizzare il più possibile il turismo, anche puntando sull’outdoor che in Liguria si può fare tutto l’anno” spiega Berrino. “E poi puntando sulla nostra enogastronomia: è chiaro che la vendemmia, la raccolta delle olive e la frangitura sono un richiamo turistico da sfruttare. Io ritengo che la percentuale di turisti che possiamo attirare con queste attività possa crescere”.

Pochi giorni fa l’assessore Berrino ha partecipato alla 56esima edizione del TTG Travel Experience a Rimini, la manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo. “Una presenza importante di Regione Liguria, siamo anche intervenuti all’assemblea nazionale dei balneari. Abbiamo rimarcato, per quanto riguarda il 2020, quali saranno le linee di indirizzo per attirare turisti nella nostra regione. Tra queste figura sicuramente l’outdoor, quindi mountain bike, bici da corsa ma anche passeggiate nel nostro bellissimo entroterra, e poi l’enogastronomia, vista anche come territorio e prodotti d’eccellenza”.

Un tema caldo per la provincia di Imperia è sicuramente quello dei trasporti, soprattutto per quanto riguarda la linea ferroviaria: “Il nostro Ponente ligure risente molto del binario unico tra Andora e Finale Ligure, quindi la pressione politica sul governo è molto forte, perché senza il completamento del raddoppio ferroviario non potremmo migliorare sensibilmente i tempi di percorrenza. Domenica 6 ottobre è stata l’occasione, con il treno storico, per raggiungere Limone e Cuneo da Ventimiglia e per un incontro con Regione Piemonte: noi riteniamo che sia necessario che gli Intercity tra Torino e Savona, tra Torino e Ventimiglia-Imperia, vengano rafforzati nel numero e quindi abbiamo chiesto e chiederemo un impegno su questo al governo”.

L’assessore interviene poi sulle prossime elezioni regionali del 2020: “Mi muoverò perché il centrodestra in Regione vinca nuovamente, perché il mio partito che è Fratelli d’Italia abbia una percentuale ottima in modo da garantire l’elezione di più di due consiglieri, perché abbia di nuovo assessorati importanti. La campagna elettorale è già iniziata dato il successo del centrodestra e di Fratelli d’Italia che è in forte crescita, cosa che ci riempie di orgoglio e di onore. Gli argomenti su cui punterò saranno quelli del mio assessorato, quindi occupazione, trasporti e turismo”, conclude.

L’intervista integrale è visibile nel video-servizio a inizio articolo.