Alberto Biancheri, sindaco uscente di Sanremo e candidato per un secondo mandato, racconta in pillole alcuni aspetti principali del suo programma.

Il tema della sicurezza è una questione molto sentita dai sanremesi, con realtà difficili in certi frangenti ma anche l’incessante impegno delle forze dell’ordine e il recente potenziamento dei sistemi di videosorveglianza.

“Concretamente, abbiamo assunto e assumeremo nei prossimi mesi tredici agenti della Polizia Muncipale in più, e una parte di questi saranno adibiti a formare un corpo speciale che andrà ad agire nelle parti più sensibili del nostro territorio”, dichiara Biancheri.

E’ altrettanto chiaro l’intento di trasferire la sede della Polizia Municipale in Piazza Eroi, per fornire un servizio migliore ai cittadini e una copertura più efficace del territorio.

Al vaglio anche un alloggio per gli agenti della Polizia di Stato e Carabinieri all’interno del Palazzo delle Rivolte come presidio nel centro storico della Pigna.

“Tutto quello che sarà in nostro possesso lo vogliamo portare avanti con convinzione come abbiamo fatto in questi cinque anni. Lavoriamo per la sicurezza, ma guardiamo anche al rispetto per le persone“, conclude il Sindaco uscente.

Altri punti in programma:

  • Ulteriore allargamento della rete di videosorveglianza
  • Mantenimento del servizio di presidio e controllo nelle frazioni da parte della Polizia Municipale
  • Sgravio della Polizia Municipale da attività non legate alla sicurezza, con eventuale esternalizzazione dei servizi
  • Ulteriore potenziamento dell’illuminazione pubblica nel Centro Storico e in altre zone sensibili con nuovi punti luce a led
  • Piano sicurezza pista ciclabile: installazione nuove telecamere già finanziate, rafforzamento dei punti luce e creazione di nuovi punti di soccorso dotati di pulsanti con chiamata diretta alle Forze dell’Ordine
  • In continuità con quanto già fatto in questi anni, sarà richiesto un Tavolo della Sicurezza con gli enti preposti, un ulteriore rafforzamento dell’organico delle Forze dell’Ordine