È ufficiale: il Presidente della Provincia Fabio Natta ha indetto le elezioni per la nomina del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale per la data di sabato 11 maggio. 

Viste le discussioni sorte in merito al votare prima o dopo le elezioni amministrative di maggio che si terranno in numerosi Comuni della Provincia, abbiamo chiesto ad alcuni sindaci il loro pensiero dopo la comunicazione della data ufficiale.

Alberto Biancheri, primo cittadino di Sanremo commenta: “Come ribadito al Presidente Natta in vari incontri, io ero perplesso e contrario sulla scelta di votare a maggio. Sarei stato per favorevole a spostare le elezioni a dopo perché in Provincia ci sono molti comuni che andranno al voto. Natta è libero di fare le sue scelte – continua – adesso dovremo lavorare insieme ai sindaci, valutare i temi e vedere se riusciremo a trovare un nome condiviso da tutti. La cosa fondamentale non è tanto il nome di chi sarà eletto ma di chi avrà l’impegno di portare avanti temi importanti per la Provincia quali l’acqua, i rifiuti, l’università, i trasporti e tante altre cose”.

Alle parole di Biancheri fanno eco quelle del sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi: Non sono d’accordo con la scelta di Natta perché se fosse stata una scelta libera sarebbe avvenuta dopo le elezioni di tutti i Comuni della Provincia, in quanto più del 50% andranno al voto. A questo punto ci chiediamo perché si sia fatto così. A mio parere la nuova composizione del consiglio provinciale dovrebbe raggruppare persone con una certa professionalità che abbiano voglia di risolvere, con un progetto programmatico, le importanti tematiche mai risolte: l’ambiente e i rifiuti, il ciclo integrato delle acque, i trasporti, la scuola e università, la viabilità e strade dell’entroterra e il rifacimento delle spiagge. Ci deve essere una volontà di tutti i sindaci di incontrarsi su queste tematiche“.

Il sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra afferma: “Ho sempre pensato che fosse una prerogativa del Presidente e avrà fatto le sue valutazioni per indire la data. Per quanto mi riguarda, sono concentrato sulla mia tornata elettorale da candidato sindaco di Riva Ligure. Auspico che il territorio si parli e che si trovi una candidatura congiunta per affrontare tutti i temi importanti: acqua pubblica, ospedale unico, gestione dei rifiuti, Riviera Trasporti e università. Ci vuole uno sforzo di tutti verso un’unica direzione nell’interesse dei cittadini e non per accaparrarsi una poltrona”. 

Da Diano Marina arrivano le parole di Giacomo Chiappori: “Non commento, è tutto nella normalità. Ora si tratterà di capire che assetto dare alla Provincia”. 

Articolo precedenteElezioni provinciali, si vota sabato 11 maggio. Fabio Natta: “Una data che garantisce un corretto e ordinato funzionamento dell’Ente”
Articolo successivoArma di Taggia, presentata la quinta edizione di “Barrel on the Beach”