“Sono felice di rimanere a fianco del Presidente Toti in Regione per portare avanti le riforme a cui stiamo lavorando. Spero che la politica faccia scelte utili per la Liguria, nel rispetto dei territori e della meritocrazia”. Così l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola si ritira ufficialmente dalla corsa alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo.

“Nei mesi scorsi avevo dato la mia disponibilità al Presidente Toti per candidarmi e poter contribuire alla vittoria del centrodestra, attraverso i consensi che avrei raccolto dal territorio – continua Scajola – Non ho mai sgomitato o preteso ruoli di prestigio, mi sono sempre misurato con l’impegno politico e amministrativo che avrei messo a disposizione, dopo i miei 11 anni in Comune e gli 8 anni trascorsi in Regione”.

Spero, a questo punto, che la politica sappia svolgere il suo compito e possa portare le esigenze dei liguri a Roma e individuare le persone più meritevoli, in coerenza con l’importante lavoro svolto negli ultimi anni in Liguria e che ha portato il centrodestra a vittorie straordinarie”, conclude Marco Scajola. 

Nelle scorse ore si sono fatte sempre più insistenti le voci di possibili candidati ‘paracadutati’ nel collegio di Ponente, ritenuto blindato dal centrodestra. I nomi più chiacchierati sono quelli di Lorenzo Cesa e di Licia Ronzulli.