sergio scibilia

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Confesercenti Imperia, in vista delle elezioni amministrative di ottobre 2021:

“La nostra provincia sempre più ha una opportunità economica di sviluppo e di crescita che non è ancora strutturato e organizzato a dovere: il turismo.

Per troppi anni è stata una attività non di punta , una economia non di primo livello, oggi, ancor più con la pandemia, è emersa la forza di questo settore che è risultata trainante anche per le altre realtà (commercio, artigianato, agricoltura, servizi).

Confesercenti lancia un appello a tutti i candidati sindaco dei Comuni della nostra provincia per le elezioni amministrative di ottobre, perché ci sia il turismo nelle priorità amministrative dei loro programmi e poi per gli eletti, che sia inserito nel calendario della attività civica.

Ogni Comune, anche il più piccolo, può contribuire alla valorizzazione del territorio, mettere in vetrina e offrire ai turisti una esperienza, un’occasione di vacanza, di relax. Ogni zona ha una storia, un patrimonio storico-ambientale, paesaggi e tradizioni, culture e prodotti eno-gastronomici, che possono diventare un vero patrimonio. Ogni borgo, paese, città può ospitare strutture ricettive di qualità, avere sul proprio territorio percorsi, piste ciclabili, aree sportive, monumenti, edifici storici, luoghi di memoria o religiosi, valli, boschi o spiagge uniche nel loro genere.

Il turismo deve diventare una realtà diffusa, una cultura economica, una risorsa ed una leva per non far allontanare i nostri giovani dalla nostra provincia, ma anzi creare nuovi posti di lavoro di qualità e con dignità. Il turismo nel attività amministrativa di un sindaco, di una assessore, di un consigliere comunale deve essere multidisciplinare, riguardare più settori a partire dall’urbanistica, dai lavori pubblici, dallo sport, dall’arredo urbano, dalla cultura e non ultimo dal bilancio. Il turismo può creare maggiore benessere, fornire entrate per il Comune attraverso la tassa di soggiorno, che però deve essere spesa con vincoli precisi che si traduce in investimenti in promozione turistica e in accoglienza.

Confesercenti auspica che tutti i candidati sindaco scelgano di istituire il Tavolo del Turismo Comunale, previsto dalla Legge Regionale, con la partecipazione delle associazioni di categoria più rappresentative del settore e che si impegnino a creare un’unica e vera Riviera dei Fiori”.

Articolo precedenteEventi alluvionali 2-3 ottobre 2020, Riolfo (Lega): “Un milione e 110mila euro per aziende agricole liguri”
Articolo successivoDemanio, l’assessore regionale Marco Scajola: “Ottima stagione su spiagge, governo non faccia scherzi con legge concorrenza, ma si attivi per dare”