video

Ancora vaccini nell’entroterra. L’ottimo funzionamento dei centri distaccati di Pieve di Teco e Chiusavecchia, rispettivamente auditorium Rambaldi e frantoio Roccanegra, avrebbe convinto, manca ancora l’ufficialità, Asl 1 a replicare per la fascia over 70.

Nel dettaglio tutti gli abitanti della valle Arroscia, dai 70 ai 79 anni, che vorranno vaccinarsi lo potranno fare a Pieve di Teco il 20 e 21 aprile. Stessa cosa accadrà per gli abitanti di Caravonica e Cesio, in valle Impero, ma dirottati al centro pievese che suddividerà le somministrazioni su due giorni.

Questo per non sprecare dosi di siero e perché il centro designato per la valle Impero, frantoio Roccanegra come sopradetto, avrà a disposizione un solo giorno per gli over 70 ovvero, con ogni probabilità, il 29 aprile dalle 9 alle 18. A essere vaccinati qui saranno dunque gli abitanti di: Aurigo, Borgomaro, Chiusavecchia, Chiusanico, Lucinasco e Pontedassio.

Riepilogando, in attesa dell’ufficialità dell’azienda sanitaria locale: per gli over 70 della valle Arroscia più Caravonica e Cesio appuntamento il 20 e 21 aprile all’auditorium Rambaldi di Pieve di Teco.

Per gli over 70 di: Aurigo, Chiusavecchia, Borgomaro, Chiusanico, Lucinasco e Pontedassio appuntamento il 29 aprile al frantoio Roccanegra di Chiusavecchia.

La vaccinazione contro il covid-19 va dunque avanti anche nell’entroterra con un importante impegno delle amministrazioni comunali coinvolte e di tanti, sicuramente lodevoli, volontari tra personale sanitario e di assistenza. Da segnalare infine che le assistenti sociali delle valli stanno già provvedendo a contattare tutti gli over 70 per aver al più presto un elenco completo di chi si vaccinerà.

Articolo precedenteCCIAA, mediatori immobiliari: l’esame di abilitazione sarà online
Articolo successivoVentimiglia, vince il concorso “Corsaro Nero” l’opera dello scultore milanese Fabio Pozzi