video
04:34

Abbiamo incontrato la professoressa Daniela Morra per parlare dell’impatto che questi due anni di pandemia hanno avuto sul mondo della scuola.

“Il Coronavirus ha drasticamente modificato il mondo della scuola”, afferma. “Il cambiamento a livello psicologico è evidente. Noi insegnanti vediamo quali sono gli effetti, riscontriamo cambiamenti soprattutto nei bambini della scuola primaria, se prima le lezioni si svolgevano in modo più veloce e lineare ora riscontriamo dei problemi nell’apprendimento“.

“I bambini sono più lenti, distratti e hanno problemi di concentrazione. Alcuni soffrono di insonnia e di stati d’ansia. Per quanto mi riguarda – prosegue Daniela Morra – nei momenti in cui si riesce a fare lezione in presenza cerco di usare il meno possibile i mezzi elettronici, prediligo l’utilizzo del libro e della carta, cose tangibili. La sofferenza è anche portata da questa alternanza, non appena riusciamo a camminare insieme, si torna a fare la didattica a distanza, quindi è anche difficile portare avanti un progetto”.

“Il compito della scuola – conclude la professoressa – è anche quello di insegnare a socializzare, imparare a fare le cose insieme. Alla base dei nuovi corsi di aggiornamento le nozioni principali sono quelle di come affrontare le lezioni in modo che abbiano come finalità quella di far socializzare. Studenti e insegnati devono camminare insieme”.