polizia locale

Altra tragedia umana a Ventimiglia. Dopo la drammatica vicenda che ha visto coinvolto il 22enne guineano Moussa Balde, è di oggi il rinvenimento del corpo senza vita di un extracomunitario nei pressi del centro commerciale di Roverino.

Si tratta di un pakistano di 37 anni che secondo alcune testimonianze da qualche tempo chiedeva l’elemosina all’ingresso di un supermercato alimentare. A rinvenire il corpo ormai senza vita pare siano stati degli operai che stavano svolgendo un sopraluogo prima di iniziare lavori di asfaltatura. Credevano che stesse dormendo all’addiaccio, hanno cercato di svegliarlo ma si sono subito resi conto che quella persona non dava segni di vita.

Con loro c’era anche il sindaco Gaetano Scullino e il vice-Comandante della Polizia Locale che hanno immediatamente messo in moto la macchina dei soccorsi ma purtroppo per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sul posto si è recato anche il medico legale mentre il Pubblico ministero che ha aperto un’inchiesta ha autorizzato l’autopsia ma sembra che il decesso sia giunto per cause naturali.

Articolo precedentePiano di Rigenerazione Urbana: l’assessore regionale Marco Scajola incontra i sindaci dei Comuni della Val Nervia e della Val Roya
Articolo successivoDl Sostegni bis, Cia Imperia: “Quasi 2 miliardi per l’agroalimentare”