dolcedo

“Finalmente”, racconta il sindaco di Dolcedo Giovanni Danio, “dopo il difficile periodo dovuto all’emergenza sanitaria COVID-19, il Comune di Dolcedo attiverà dal 1° ottobre il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti, differenziato sulla base delle matrici e con specifiche raccolte in base alle diverse zone”. “Crediamo infatti”, continua il sindaco, “che raggiungere le percentuali di differenziata ma soprattutto far partecipi i cittadini di una coscienza collettiva, soprattutto in termini di difesa dell’ambiente, sia estremamente importante”.

“Il 22 settembre”, prosegue il vice sindaco Angelo Pisani, “partirà la distribuzione di tutti i materiali necessari alla raccolta differenziata, materiali che saranno diversi e specifici sulla base delle varie zone. Quindi dal 22 settembre fino a sabato 3 ottobre, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 13:00 e il martedì e il giovedì anche dalle 14:00 alle 18:00 presso Sala San Domenico verranno distribuiti sia i materiali informativi sia quelli necessari alla raccolta dai responsabili della comunicazione e dai tecnici del Comune che saranno anche a disposizione di tutti i cittadini e i residenti per fornire le informazioni necessarie. Inoltre”, conclude il vicesindaco, “il 18 settembre alle ore 17:00 è previsto anche un incontro presso la Chiesa di San Lorenzo, durante il quale verranno delucidate tutte le modalità del nuovo servizio di raccolta e anche tutte le modalità con la quale effettuare correttamente raccolta differenziata”.

“Nonostante il territorio di Dolcedo sia molto complesso perché estremamente vasto e nonostante le presenze siano molto diverse tra il periodo invernale e quello estivo per l’arrivo dei numerosi turisti e possessori di seconde case, sono convinto”, conclude l’assessore all’ambiente, “che i cittadini si attiveranno e insieme raggiungeremo un ottimo risultato sia per il nostro comune che per l’ambiente stesso. Come giunta ci auguriamo una forte partecipazione e collaborazione perché i rifiuti non riguardano solo l’Amministrazione o la Politica, ma anche se soprattutto le persone e l’ambiente in cui vivono. Con la raccolta differenziata possiamo ridurre i rifiuti da smaltire a favore non solo di un’economia globale ma anche e soprattutto di un’economia locale, rendendola più sostenibile per tutti”.

Articolo precedenteStabilimenti balneari, Oneglio (FIBA): “Estate migliore di quanto pensassimo. Settembre mese duro per mancanza stranieri”
Articolo successivoRegionali, endorsement per Luigi Sappa della Consigliere comunale di Imperia Martina Bencardino