Dolceacqua, ieri la “Caccia ai Tesori Arancioni”. La consigliere Luana Mauro: “Un grande successo”

Si è svolta ieri a Dolceacqua, dopo un anno di stop forzato a causa del covid, la “Caccia ai Tesori Arancioni”, organizzata dal Touring Club Italiano e dall’Associazione Nazionale Bandiere Arancioni in collaborazione con il Comune.

Questa singolare caccia al tesoro ha lo scopo di far conoscere ai partecipanti, attraverso un divertente percorso, luoghi e monumenti dei paesi facenti parte dell’Associazione Bandiere Arancioni, di cui il borgo dei Doria è anche sede nazionale.

“Nonostante le previsioni meteo non fossero ottime, l’evento ha avuto un grande successo, con oltre 50 persone che hanno portato a termine la caccia”, dichiara Luana Mauro, consigliere delegato alla cultura. “È stato un grande piacere vedere tante squadre, per la gran parte composte da famiglie, provenienti anche da fuori provincia, addentrarsi con curiosità per le strade del paese alla ricerca delle mete (da individuare attraverso una vera e propria “mappa” con quesiti sul territorio) dove abbiamo collocato un codice QR preparato da noi che, scansionato, forniva informazioni sul “tesoro” raggiunto”.

Continua il consigliere Mauro: “Voglio condividere questo successo con le persone che mi hanno aiutata a realizzare l’evento: Paolo Rondelli, indispensabile per la parte grafica e logistica, Beatrice Orrigo per la parte comunicazione e social, Simona Naso, Andrea Raimondo, Renzo Piantoni, Leandro Di Franco e Fiorella Managò”.

L’appuntamento è all’anno prossimo con nuovi tesori da scoprire a Dolceacqua.

Articolo precedenteLa classifica di Riviera Time: i video più visti dal 27 settembre al 3 ottobre
Articolo successivoLa Compagnia Stabile Città di Sanremo torna sul palco del Teatro Ariston il 12 ottobre