primo piano - sanremo riunione per rientro scuole a settembre

Si è svolta questa mattina nella Sala Giunta di Palazzo Bellevue la prima riunione operativa post lockdown tra gli amministratori comunali e i dirigenti scolastici dei plessi sanremesi in vista della ripresa dell’attività scolastica dal 14 settembre. Per l’amministrazione pubblica erano presenti gli assessori Donzella e Pireri.

“Stamattina abbiamo incontrato i vari referenti degli istituti scolastici cittadini – ha detto Costanza Pireri assessore competente in materia – per discutere su due temi molto importanti. Il primo è l’analisi dei lavori richiesti dalle scuole per la prevenzione Covid, lavori che verranno coperti dal contributo di 160mila euro erogato dallo Stato al nostro comune. Il secondo tema è cercare di capire come si riaprirà, lo chiedono anche le famiglie, e noi dobbiamo essere preparati a rispondere e dissipare ogni dubbio”.

“Pensiamo che alcune classi verranno collocate nei locali mensa – dice l’assessore – e di conseguenza bisognerà organizzare un servizio pasti diverso e con il beneplacito dell’Asl. Ma è tutto collegato alle risposte che deve fornire il Ministero soprattutto in merito alle richieste di integrare l’organico del corpo docenti. Certo, io non  rispondo sulla posizione dei sindacati e degli insegnanti, so che ci sono tensioni ma non posso intervenire su temi nazionali”.

Riguardo invece gli arredi – spiega Costanza Pireri – noi avevamo inserito questa voce di spesa nel budget di 160mila euro ma ci è stato chiarito che la richiesta spetta invece agli istituti scolastici e quindi abbiamo stornato questa voce ed avremo qualche risorsa in più da impegnare per i lavori previsti. Il prossimo step riguarda la messa in regime dei lavori necessari, con i dirigenti scolastici ci rivedremo subito dopo Ferragosto”.

Tra quelli presenti alla riunione, c’era anche Beppe Monticone dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Centro – Levante Sanremo.

“La riunione di oggi è stata organizzata anche per rispettare le indicazioni del Governo – spiega – che ha chiesto di convocare delle conferenze di servizio da parte degli enti locali con i dirigenti scolastici per analizzare la situazione in vista della riapertura di metà settembre. Ci siamo confrontati sui progetti che il Comune avvierà grazie al finanziamento statale, focalizzando quelle che sono le assolute priorità e creare le condizioni minime indispensabili per ripartire”.

“Ci sono problemi aperti sul rispetto delle regole di distanziamento causati da carenza di spazio e di aule – dice Monticone – ma stiamo aspettando con ansia le risposte del Ministero sull’incremento dell’organico e su altri aspetti molto importanti. Intanto stamattina qualche risposta l’abbiamo avuta dall’ente comunale, ma per poterci organizzare adeguatamente il Governo deve farci sapere in fretta. Oggi come oggi mi viene difficile dire se potremo ripartire regolarmente, penso che ne sapremo di più nel corso della prossima settimana”.