museo diano marina

L’Assessorato per i Beni e le Attività Culturali del Comune di Diano Marina in collaborazione con la Civiero Art Gallery è lieto di presentare, al Palazzo del Parco di Diano Marina, la mostra personale dell’artista Franco Bruzzone.

La chiave di lettura del lavoro di Bruzzone sta nell’individuazione di una forma archetipica, intesa come esemplare assoluto ed autonomo. Nella progressiva analisi del segno le idee si trasformano in figure, ogni segno è minimamente diverso dagli altri, mantiene la propria identità pur risultando perfettamente amalgamato con il sistema. Per Bruzzone ogni punto è il centro del mondo, ogni forma ne può essere origine. L’impianto della raffigurazione si può definire astratto/geometrico.

L’artista stesso ci ha fornito la chiave di lettura per il suo lavoro: “Un alfabeto di segni/ideogrammi, tra percezione e memoria, segno inteso come disegno/forma del pensiero. Colore inteso come intuizione/emozione”. Bruzzone traccia con la matita una serie di elementi che, partendo dall’alto a sinistra, e seguendo l’andamento di una pagina scritta, riempiono con una certa regolarità, moltiplicandosi, tutto il campo della tela.

Nella mostra “L’estetica del segno” saranno esposte opere degli anni ‘70 e ‘80, il visitatore passerà dalle tele di grandi dimensioni sino a piccole carte dove l’artista ha cominciato la ricerca di un alfabeto di forme potenzialmente infinito.

Inaugurazione: sabato 8 maggio 2021 dalle ore 16:00. Orario di apertura al pubblico: da martedì a sabato: 10:00 – 12:00 | 16:00 – 19:00.

Articolo precedenteCovid, Toti: “Accelera la campagna vaccinale, la diffusione del virus rallenta. Confermata zona gialla anche prossima settimana”
Articolo successivoDal ‘caruggiu di mü’ al ‘palazzaccio’: storie di Oneglia e dell’antico castello dei Doria