Diano Marina è uno dei Comuni dove verrà introdotta la tassa di soggiorno, già prima dell’estate era stato annunciato dall’Amministrazione Comunale che sarebbe stata introdotta nel 2019.

Si stanno stringendo i tempi, i quotidiani Secolo XIX e Stampa riportano la notizia che verrà applicata la tassa di soggiorno per un tempo che va da aprile a settembre 2019, i turisti pagheranno da 0,50 euro a un massimo di 2 euro al giorno in base alla classificazione alberghiera della struttura ricettiva in cui soggiornano.

La tassa di soggiorno sarà applicata ai periodi non inferiori alla settimana di vacanza e non sarà applicata ai minori di 12 anni, dalle recenti riunioni comunali emerge che gli introiti della tassa di soggiorno permetteranno al Comune di investire per lavori strettamente legati alla rivalutazione turistica del territorio.

L’Amministrazione Comunale spiega che il regolamento deve essere pronto per l’approvazione di bilancio e prima dell’entrata in vigore della tassa, gli introiti dovranno essere spesi in base a precisi vincoli, gli albergatori del territorio esprimono l’interesse di investire per garantire l’apertura dell’ufficio turistico tutto l’anno.

È prevista nei prossimi giorni una nuova riunione tra Comune e Associazioni di categoria per definire gli ultimi dettagli del regolamento.