video

Oltre 600 prenotazioni, 180 dosi somministrate al giorno da oggi a giovedì. Questi i numeri della campagna di vaccinazione anti covid-19 per gli over 80 del golfo dianese.

Da questa mattina, nel centro per anziani Carlotta Garibaldi di Diano Marina, al via i vaccini sotto la supervisione del direttore del distretto sanitario Carlo Amoretti e del direttore sociosanitario di Asl 1 Roberto Predonzani. A coadiuvare il personale medico la croce rossa di Diano Marina e il corpo di polizia locale della stessa città degli aranci.

“Sono soddisfatto di questa organizzazione – ha detto il sindaco Giacomo Chiappori che ha portato il suo saluto. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno partecipato. Ci siamo dati da fare e siamo a oltre 600 persone da vaccinare”.

Il primo cittadino ha poi detto la sua anche sulla seconda Pasqua in zona rossa a causa dell’emergenza sanitaria: “Il grande problema di questo momento è che non si sa dove stia la verità. Quale vaccino? Quando apriamo? Le distanze? Non sappiamo niente. Questo è il più grave problema che abbiamo. Se non cambia vento sarà una tragedia. Siamo in una navigazione a vista, pericolosissima perché gli scogli ci sono”.

Da segnalare, che come detto dallo stesso Chiappori, alcuni prenotati hanno chiesto rassicurazioni sul tipo di vaccino somministrato che, per gli anziani over 80, è il Pfizer e non il discusso Astrazeneca.

“È un tipo di attività che abbiamo già esercitato a Pieve di Teco per la valle Arroscia e che eserciteremo qui fino a giovedì e nel weekend a Chiusavecchia – ha spiegato il dottor Amoretti. È sia un modo per velocizzare sia per consentire ai cittadini di fare il vaccino là dove vivono”.

Articolo precedenteSanremo: lo Zonta Club dona una ‘tenda degli abbracci’ alla Croce Rossa, verrà utilizzata nelle Rsa che ne faranno richiesta
Articolo successivoRifiuti, oggi il consiglio provinciale. Sì all’unanimità per la ridefinizione dei bacini: la Valle del San Lorenzo confluisce nel sanremese, la Val Prino nell’imperiese