video

È passato un anno dai primi casi di covid-19 in provincia di Imperia. Il 5 marzo 2020 all’hotel Paradiso di Diano Marina i contagi all’interno di una comitiva di anziani provenienti dal nord Italia.

A 365 giorni di distanza, segnati profondamente dalla pandemia, abbiamo rincontrato il titolare dell’albergo dianese Marco Gandolfo: “A un anno di distanza parliamo ancora ogni giorno di questa pandemia. Noi speriamo nella ripartenza, ma purtroppo anche quest’anno a Pasqua le regioni non apriranno e di conseguenza gli alberghi della riviera”.

Un lungo periodo di chiusura che il Paradiso ha sfruttato, si fa per dire, per un restyling della struttura: “Abbiamo colto l’occasione per ristrutturare un po’ l’albergo, rifare la facciata, le persiane e un po’ l’interno. Non è mai capitato che fossimo chiusi per un periodo così lungo”.

“Tutti i clienti storici hanno voglia di venire. Abbiamo voglia di far ricominciare il personale a lavorare, ma il problema è che senza aprire diventa difficile per tutti”.

In conclusione Gandolfo ritorna all’episodio di un anno fa: “È un ricordo brutto – dice. Vorrei dimenticarlo al più presto. È stato difficile perché siamo stati tra i primi e qualcuno ha pensato anche che fosse colpa nostra. Lo vorremmo solo dimenticare quel giorno perché è stato difficile, impegnativo e demoralizzante”.

Articolo precedenteAncora in calo gli ascolti del Festival ma migliora il trend negativo. Stasera il vincitore tra le Nuove Proposte
Articolo successivo71° Festival di Sanremo, Amadeus: “La cosa più straordinaria è l’aver riversato i giovani a sintonizzarsi su Rai 1”