tiamocastello

È stata inaugurata ieri a Diano Castello la mostra #tiamoCastello, raccolta di diciannove immagini fotografiche, realizzate con il drone. Gli scatti aerei hanno catturato panorami e insolite vedute del paese che dall’anno scorso è entrato a far parte dei Borghi più belli d’Italia.

Alla cerimonia erano presenti, insieme ai due curatori della mostra, gli imperiesi Davide Andracco ed Emanuele Botti (in arte Fratelli Bodart), il sindaco Romano Damonte e il vice Massimo Calcagno.

L’esposizione è stata realizzata, nel loggiato all’ingresso del centro storico, a fianco dell’Ufficio Iat, in piazza Quaglia. Una location dominata dalla chiesa parrocchiale dedicata a San Nicola.

“Le immagini, stampate su speciali materiali – spiegano i promotori dell’iniziativa – sono collocate su un’apposita installazione modulare costruita con scatole di cartone, che richiama le forme di un castello. I visitatori sono invitati a scattare fotografie, tra le due finestre ricavate tra i cartoni impilati, e condividerle con l’hastagh #tiamocastello. La più simpatica sarà premiata”.

L’inaugurazione è coincisa con la gara di downhill “King of the Caste”, svoltasi per le vie del paese, e con la Notte Romantica, promossa nella serata di sabato 26 giugno dall’Associazione dei Borghi più belli d’Italia in tutte le località aderenti.

La mostra è all’aperto e resterà visitabile per tutta l’estate, dunque anche in occasione del 28° Premio Vermentino, rassegna prevista dal 16 al 18 luglio.

Per informazioni sulla mostra è possibile contattare i seguenti indirizzi: fratellibodart@gmail.com, manifestazioni@comunedianocastello.it, iat@comunedianocastello.it.

Questi gli orari di apertura dell’Ufficio Iat di Diano Castello per l’estate 2021.

Giugno: sabato e domenica ore 10-12 e 15-18.
Luglio: sabato e domenica ore 10-12, 15-18 e 21-23.
Agosto: aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, ore 10-12, 15-18 e 21-23.

Articolo precedenteL’assessore regionale Marco Scajola nel fine settimana a Ospedaletti, Pietrabruna e Dolceacqua
Articolo successivoSanremo, ieri in piazza Muccioli la presentazione del manoscritto dialettale “Il Codice Giribaldi”