lista diano castello romano damonte

Ieri sera il candidato sindaco Romano Damonte ha presentato la squadra e il programma amministrativo della lista “Continuità e Rinnovamento – Romano Damonte Sindaco” per le elezioni del Consiglio Comunale di Diano Castello del 3-4 ottobre 2021.

Dopo aver illustrato le opere eseguite nella scorsa legislatura, il sindaco ha esposto i temi principali del suo programma. Progetti rivolti alla comunità cittadina ed in particolare la valorizzazione del territorio con le sue bellezze storico – artistiche e le eccellenze agroalimentari in ambito turistico culturale. Il ricco programma dei lavori pubblici e le iniziative rivolte ai giovani e alle famiglie.

A fianco del sindaco i candidati: Massimo Calcagno, Daniela Bottino, Gloria Crivelli, Ilenia Fiorucci, Simone Merlo, Antonio Novaro, Domenico Novaro, Alessandro Raiteri, Nicole Viadana e Giovanni Zoccali, alcuni che già componenti del gruppo altri che, per la prima volta, si sono messi in gioco con spirito di servizio rivolto al proprio territorio.

Hanno partecipato all’incontro numerosi cittadini e molti sono intervenuti nel dibattito con domande, osservazioni e suggerimenti utili ad elaborare le strategie future dell’amministrazione.

Romano Damonte ha poi risposto alla provocazione del Partito della Rifondazione Comunista Circolo Dianese che esorta all’assenteismo dalle urne in modo che, in assenza del raggiungimento del quorum del 40%, il Comune venga amministrato da un Commissario Prefettizio. “Una dichiarazione davvero infelice – dichiara Romano Damonte – il voto è un diritto e la massima espressione di democrazia, esortare all’astensione, che comporterebbe un commissariamento del Comune, è un atteggiamento contrario allo sviluppo del paese poiché una compagine politica persegue la crescita sempre più di un commissario. Comunque l’attuale Amministrazione ha riscontrato soddisfazione nei cittadini per l’operato sin qui svolto e sicuramente la fiducia sarà riconfermata. Per quanto riguarda l’immobilismo amministrativo – prosegue il sindaco – ritengo che coloro che hanno espresso questa opinione avrebbero dovuto informarsi meglio prima di fare accuse così gravi. Oltre ai molti interventi eseguiti nel borgo, alle Monade, a Santa Lucia e a Varcavello sottolineo che il Comune di Diano Castello è stato l’unico a delimitare uno spazio di marcia e predisporre la segnaletica stradale per chi percorre a piedi il tratto che unisce la nuova stazione ferroviaria a Diano Marina. Invito tutti i cittadini a partecipare al voto affinché la nuova amministrazione possa mettersi subito all’opera e continuare a lavorare alacremente”.

Articolo precedenteSanremo, consiglio comunale il 6 e 7 ottobre: l’ordine del giorno
Articolo successivoSuperBa – Superando Barriere sabato a Sanremo. Inclusione e accoglienza per il giusto valore della persona. In arrivo giovani anche da Belgio, Francia, Spagna