Diano, 25 e 26 luglio appuntamento con la musica

Due serate musicali decisamente particolari, con gruppi che è difficile vedere all’opera in Liguria, attendono il pubblico di Diano Marina a metĂ  di questa settimana.

Domani, mercoledĂŹ 25, in frazione Diano Gorleri, alle ore 21, presso l’accogliente area manifestazioni del Circolo Ricreativo Gorlerese, sarĂ  di scena lo stravagante trio anglo-tedesco-americano The Trouble Notes, composto da un percussionista, un violinista e un chitarrista. Una band “nomade”, formatasi tra New York e Londra, che ha preso forma a Berlino e che da qualche tempo girovaga e suona per le strade di mezzo mondo, cercando di sintetizzare – è il loro pensiero – una nuova gypsy fusion, basandosi sulle sonoritĂ  e le culture conosciute nei loro incessanti tour. I tre sono Bennet Cerven (violino), Florian Eisenschmidt (chitarra) e Oliver Maguire (percussioni). L’estetica del trio evoca intrepidi suoni contemporanei di edm (electronic dance music), hip-hop, indie rock insieme alla musica classica, zingara e jazz.

In arrivo da Laupheim (Germania), dove si sono esibiti ieri, dopo la tappa di Diano Marina i tre proseguiranno il loro viaggio italiano ai primi di agosto in provincia di Treviso, a Cison di Valmarino, dopo di che si sposteranno in Austria, a Klagenfurt, e quindi in Lussemburgo.

L’organizzazione è curata dal Circolo Ricreativo Gorlese con la collaborazione e il contributo del Comune di Diano Marina.

Seconda serata, giovedĂŹ 26, alle ore 21, a Villa Scarsella, per la rassegna di cultura popolare Folk in Diano. In cartellone uno spettacolo, dal titolo Naplè, in cui sarĂ  proposto un percorso nella musica napoletana di ieri e oggi, con un mix tra brani classici e inediti. Protagonisti un napoletano e un pugliese, la cui combinazione contribuisce a creare sonoritĂ  che vanno dalla tradizione napoletana a quella della pizzica pugliese, con l’innesto di contaminazioni musicali ed artistiche acquisite in anni di collaborazioni con grandi artisti di vario stile. Sul palco salirĂ  SasĂ  Flauto, napoletano, artista poliedrico: chitarrista, autore, compositore e arrangiatore. Dal 1990 a oggi, conta 42 album realizzati come produttore e arrangiatore con Enzo Avitabile, Teresa De Sio, Tony Esposito, Coast to Coast e Regina Rogers. Inoltre vanta numerose collaborazioni con musicisti e gruppi di primissimo piano (Bennato, Paoli, Audio 2, ecc.).

Insieme a Sasà Flauto ci sarà Mimmo Epifani, mandolinista eclettico, punta di diamante della musica popolare pugliese, grande virtuoso di mandolino e mandola, voce straordinaria. E’ considerato uno dei migliori musicisti di musica etnica e popolare a livello internazionale, vanta partecipazioni a svariati festival a carattere internazionale, anche in Sudamerica.

Ospiti della serata sarà Francesco Santalucia (pianista e percussionista), talento pugliese di Barletta, che ha all’attivo tantissime collaborazioni ed è spesso a New York per impegni in spettacoli teatrali in qualità di compositore.
La direzione artistica del festival Folk in Diano è curata da Antonio Carli.
Le due successive serate di Folk in Diano sono previste nei primi due giovedĂŹ di agosto (locandina).

Articolo precedenteCervo, una giornata di snorkeling in memoria dei “Corallini”
Articolo successivoVentimiglia, a bordo di una Porche non assicurata investe una bambina e fugge