Di Muro alla Camera: "Aumentati i respingimenti dalla Francia e i controlli sul confine a Ventimiglia. Situazione preoccupante"

“Vorrei sottolineare quanto accade a Ventimiglia, la mia città.”

Con queste parole l’onorevole ventimigliese Flavio Di Muro ha iniziato il suo intervento alla Camera durante una riunione incentrata sul fenomeno delle migrazioni e la gestione dei migranti. L’incontro si è tenuto ieri sera a poche ore dal vertice tra Francia e Italia.

Dopo una premessa sulle navi delle ONG e sul centro di accoglienza di Lampedusa, Di Muro ha focalizzato il suo discorso proprio sulla città di confine.

“A poche ore dal vertice, al confine sono già schierati 10 blindati e 50 gendarmi a mitra spianati. Le auto degli italiani vengono fermate con perquisizioni, talvolta anche irruente. Proprio oggi un treno è stato fermato nella stazione di Ventimiglia per un’ora perché c’erano sopra dei migranti con conseguenti disagi per i nostri lavoratori frontalieri. Inoltre, i respingimenti dei migranti dalla Francia sono aumentati notevolmente in questi giorni: mentre a luglio e agosto si parlava di 150 persone al mese, nella prima metà di settembre sono oltre 400.”

L’intervento integrale è visibile nel video a inizio articolo.