Foto di Nicolas Rettagliati

Anticipata di una settimana, la decima edizione della Ronde Valli Imperiesi viaggia spedita verso il 13 e 14 novembre prossimi, giorni in cui, con la sua disputa, chiuderĂ  la stagione 2021 dei rally in Liguria. Le iscrizioni, aperte lunedì 11 ottobre scorso, si chiuderanno il 3 novembre: il trend delle adesioni – una cinquantina in una settimana – pervenute agli organizzatori della Scuderia Imperia Corse lascia intuire quanta attesa ci sia per questa gara che, avendo carattere d’internazionalitĂ , potrĂ  annoverare al via anche concorrenti non italiani.

La 10^ Ronde Valli Imperiesi scatterĂ  da Imperia – Calata G. B. Cuneo, Banchina Portuale di Oneglia – alle ore 07.01 del 14 novembre dove si concluderĂ  alle ore 15.43 con l’arrivo della prima vettura concorrente. La gara – che interesserĂ  i territori dei Comuni di Imperia, Aurigo, Caravonica e Borgomaro – sarĂ  articolata su un percorso di 208,69 km, 41,20 dei quali relativi alle prove speciali, un tratto – “Guardiabella”, da Aurigo a Caravonica – di 10,20 km che sarĂ  ripetuto quattro volte. Il giorno prima della Ronde è previsto anche previsto uno Shakedown facoltativo, da svolgersi negli ultimi 2.65 km della PS, da Colle San Bartolomeo a Caravonica, dalle ore 10 alle ore 13.30.

Sul rinnovato sito della manifestazione, all’indirizzo https://www.scuderiaimperiacorse.it/, sono già presenti sia il video del tratto scelto come prova speciale che quello dello Shakedown. Per ulteriori informazioni, oltre a consultare il portale dell’organizzazione, si può inviare una e-mail a scuderiaimperiacorse@gmail.com o seguire i profili social Facebook ed Instagram della Scuderia Imperia Corse.

L’ultima edizione della Ronde Valli Imperiesi si è disputata nel 2011 ed ha visto il successo di “Ino” Corona e Marco Gagliardi su Peugeot 207 Super 2000.

Articolo precedenteRaccolta solidale di Coop Liguria: donate 29 tonnellate di prodotti, di cui 2,2 in provincia di Imperia
Articolo successivoDomani a Roma presentazione della campagna di promozione autunno-inverno della Liguria. Toti: “Scelta ambiziosa per consacrare la nostra regione regina del turismo dopo il boom dell’estate”