Il gruppo di lavoro costituito per verificare le eventuali criticità sanitarie denunciate dagli abitanti dell’area vicina al sito di Collette Ozotto, sede dei vari lotti di discarica dove negli anni sono stati smaltiti i rifiuti solidi urbani del territorio provinciale, ha illustrato pubblicamente le metodologie adottate e i dati emersi dall’indagine epidemiologica nell’area in questione.

“Abbiamo sempre detto che vivere vicino a una discarica non è come vivere nei giardini di Babilonia”, ha sottolineato il presidente della Provincia Fabio Natta. “È però rassicurante sapere che lo studio non abbia evidenziato emergenze o criticità.  Abbiamo avuto la massima attenzione per un argomento delicato come è quello della tutela della salute pubblica”.

Presenti all’incontro tanti cittadini che vivono vicino alla discarica. Una signora ha preso la parola nel corso dell’incontro e ha espresso il malessere di tutti coloro che si trovano come lei a dover convivere con questa situazione. Nelle scorse ore, infine, è intervenuto sul tema anche il Movimento 5 Stelle, che ha annunciato la presentazione di un’interrogazione urgente in consiglio comunale a Sanremo, visto che la città dei fiori non ha fornito i dati demografici necessari al completamento dell’indagine.